Whatsup

Roberto Gentile,
blogger, editore, esperto di retail turistico, community-manager, head-hunter

Viaggiare è (anche) educazione e rispetto

03/09/2012
14:49
Leggi anche: agenzie di viaggi

Il mestiere dell'agente è vendere viaggi e vacanze, preoccupandosi d’interpretare correttamente i desideri del cliente: per una coppia in viaggio di nozze va bene un crociera sul Mediterraneo, per un insegnante di liceo meglio i castelli della Loira. Non viceversa. Ma quello che poi combinano i clienti a destinazione (se ci arrivano, vedi Wind Jet...) non è fortunatamente affare dell'agenzia. Al massimo, la coppia indulgerà nel servizio in camera, il professore nell’assaggio di vini locali: entrambi senza gravi conseguenze.

Ma se succede quello che il Corriere della Sera racconta a proposito di Castellabate?! "Un film di cassetta trasforma Castellabate da paesino tranquillo a casbah di turisti - L'attore Claudio Bisio e i produttori di quel filmetto intitolato Benvenuti al Sud dovrebbero essere chiamati a risarcire gli abitanti di Castellabate, nel Cilento. Hanno rovinato un paese, il mio paese, che era un posto tranquillo e delizioso. L'hanno trasformato in una casbah invivibile. Da quando è uscito il film, Castellabate è diventata meta di pellegrinaggio di migliaia di beceri individui provenienti soprattutto dall'area napoletana. Tutti in cerca dell'ufficio postale ripreso nella pellicola, ma che non è mai esistito nella realtà. E poi chiasso, rissa e birre” scrive l'affranto cronista.

Probabile che qualche agenzia abbia fiutato il business, e proponga ai propri clienti la gita di un giorno a Castellabate, dopo aver promosso la partecipazione alla registrazione di 'Amici' o di una puntata di 'Zelig'. Nulla di male. Perché gli agenti vendono viaggi, non educazione. Certo, si stringe un po' il cuore quando vedi famiglie felici attrezzate per il pic-nic in piazza San Marco, a Venezia. O turisti accaldati che trascorrono più tempo a comprare souvenir made in China, ad Assisi, piuttosto che a visitare la Basilica Superiore. E cumuli d'immondizia e bottiglie in pvc abbandonate sulla spiaggia di Stintino, in Sardegna. O gruppi di pensionati che, di fronte alle rovine di Stonehenge, in Inghilterra, si lamentano di quattro pietre in croce.

Educazione e rispetto dei luoghi non s'imparano in agenzia, certo. Ma credo che la maggioranza dei colleghi condivida il piacere di vendere il Cammino di Santiago di Compostela, anche se guadagna qualche euro in meno del pacchetto tutto_incluso_bevande_pure a Torremolinos.

Leggi anche: agenzie di viaggi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori