Whatsup

Roberto Gentile,
blogger, editore, esperto di retail turistico, community-manager, head-hunter

Meglio imprenditori che manager: i casi Luongo, Rusconi e Serra

10/02/2014
16:06

Remo Bodrato è stato chiamato al rilancio di Comitours. A Sergio Testi è stato affidato il nuovo corso di Best Tours. Antonio Clementi e Alessandro Rosso, loro rispettivi “paron”, scommettono sulle indiscusse qualità manageriali del genovese Bodrato e del cuneese Testi, sperimentate in  decenni di battaglie tra Columbus e Alpitour, Welcome Travel e Welltour.

Testi e Bodrato sono dei top manager, Rosso e Clementi sono degli imprenditori. Posso esprimere – in via del tutto personale – la mia preferenza per questi ultimi? Per suffragare la mia affermazione, citerò tre colleghi imprenditori che fanno anche i manager, ovvero contribuiscono attivamente al successo delle rispettive aziende. E ci mettono i soldi.

Guy Luongo ha 53 anni, è nato a Roma, ha studiato all’Università La Sapienza e, come il nome proprio testimonia, ha familiarità col mondo anglosassone. Dal 1997 è socio in Albatravel, che da piccolo business alberghiero è diventato il benchmark di chiunque voglia fare b2b in Italia. L’ultima trovata è il “sabato giapponese”, ovvero il top management che un sabato al mese si trova in ambiente informale e fa strategie. Albatravel fa girare 200 milioni di euro.

Francesco Rusconi vive a Lecco e ha 41 anni. La Rusconi Viaggi, fondata dal padre, è nota essenzialmente per i pellegrinaggi religiosi. Giusto, ma non basta. Laureatosi in scienze turistiche, nel 1997 Rusconi Jr ha creato la divisione incoming, che oggi è una piccola macchina da guerra, che porta 15.000 turisti stranieri in Italia e fa girare oltre 10 milioni di euro. Francesco Rusconi passa molto tempo all’estero, e non si spaventa a metter su uno stand, con le proprie mani, quando è a una fiera in sud America.

Michele Serra ha 50 anni e abita a Torino. Ha 5 figli (ma questo è più merito della moglie che li cresce, visti i suoi ritmi di lavoro…). Il suocero Stefano Chiaraviglio fondò Mistral Tour, il giovane laureato Michele ne sposò la figlia e, rinunciando a fare l’intellettuale, affiancò il suocero e più tardi creò Quality Group. Con riservatezza savoiarda non dichiara volentieri il fatturato, che è tanto. Però la mattina presto è in azienda a compilare personalmente preventivi sull’Oriente. Se chiamate alle 8.30, è possibile vi risponda lui: “Pronto, Mistral Tour, sono Michele, come posso aiutarLa?”.

Né Albatravel, né Rusconi Viaggi, né Quality Group sarebbero quello che sono, senza Guy, Francesco e Michele.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori