Msc Pagina 18



Agenzie di viaggi ancora prioritarie nelle strategie commerciali e distributive, ma anche grossi investimenti sulla flotta e sui mercati economicamente emergenti. Msc Crociere ha lo sguardo puntato sul futuro. Tra le novità di punta il catalogo con validità due anni, che sottolinea l'intenzione di dare sempre più spazio alla prenotazione anticipata. Forte anche l'attenzione sull'offerta di prodotto, con un migliaio di itinerari e due navi di nuova classe in cantiere. È intanto partita la campagna di incentivazione rivolta alle agenzie di viaggi.

Ultime notizie su Msc
15/06/2011
14:29

Missione in Svizzera

Avvistati tre dirigenti di Blu Holding sulla strada verso Ginevra. Il patron di Msc Aponte negli ultimi tempi sembrava aver preso le distanze, ma l'intervento di Unicredit potrebbe avere riacceso la voglia di chiudere la trattativa. Intanto un fondo estero ...
14/02/2011
14:24

Scatto d'orgoglio

Ora attendiamo la risposta dei concorrenti all'intesa Alpitour-Costa. Difficile che Msc resti a guardare dopo aver puntato forte sul mondo della distribuzione. Scontato e atteso lo scatto d'orgoglio di Pellegrino e soci che proveranno a riportare la palla al centro. ...
27/01/2011
07:30

Il 2011 dei t.o. nella tavola rotonda di TTG

di Lino vuotto
Si è conclusa nella sede milanese di TTG la tavola rotonda sul tema: "2011, l'anno della verità". Il dibattito, moderato dal direttore di TTG Remo Vangelista, ha avuto come protagonisti: Sergio Testi, direttore divisione Easy di Alpitour World; Gabriele Rispoli, direttore commerciale di Valtur; Nardo Filippetti, presidente Eden Viaggi; Massimo Zanon, direttore commerciale i Grandi Viaggi; Renato Scaffidi, direttore generale Marevero; Giuseppe D'Agostino, direttore vendite Rccl; Leonardo Massa, country manager Italia Msc Crociere; Andrea Tavella, direttore commerciale e vendite Costa Crociere. Al centro dell'attenzione in particolare il ruolo della distribuzione, il pricing, l'offerta sul mercato. Prossimamente sul giornale un report approfondito con tutti gli interventi dei protagonisti della tavola rotonda.DI SEGUITO I PRINCIPALI INTERVENTI12:15 Andare oltre le commissioniSecondo Renato Scaffidi "la commissione non è l'unica leva per le agenzie di viaggi. Gli agenti puntano molto su una serie di servizi".12:03 Tavella: "Troppe offerte generano confusione"Andrea Tavella punta il dito sulla confusione generata dalle offerte: "Tutte le offerte che arrivano vogliono dire che i prezzi pubblicati sono sbagliati. Non possiamo dare colpa agli agenti di viaggi di tutta la confusione delle offerte".11:54 Promozioni tutto l'anno"Da noi l'offerta può esserci sempre - sottolinea Massimo Zanon -. Una volta sapevi che a settembre costava meno di agosto, oggi ci sono promozioni tutto l'anno"11:45 Testi: "Trovare modi per fare tornare il cliente in adv"Sergio Testi individua strade positive percorse da alcuni agenti: "Ci sono adv che vendono la biglietteria per concerti. Non fanno male perchè lo stesso cliente può tornare per comprare un viaggio. Dobbiamo fare in modo che il cliente torni in agenzia più volte durante l'anno".11:34 Zanon: "Serve più capacità in adv"I nodi delle agenzie di viaggi secondo Massimo Zanon: "C'è una questione di capacità imprenditoriale per le agenzie. A volte vedo adv che al 10 di gennaio hanno in vetrina le offerte di Capodanno. Oggi il mercato si sta dividendo tra una parte brava e una meno capace.11:25 Il ruolo dell'agente secondo Testi"Anni fa il grande agente era quello che conosceva il mondo - dice Sergio Testi -. Oggi è quello che conosce il cliente, perché il mondo lo conosce già il cliente stesso. Bisogna presentare il prodotto per come lo vuole il cliente".11:17 Zanon: "La selezione naturale non è finita"Secondo massimo Zanon il processo di selezione naturale non è arrivato al capolinea. "La selezione naturale - spiega - ha avuto un picco lo scorso anno, ma è iniziata prima e continuerà nei prossimi anni".11:09 I rischi con la distribuzione secondo Massa"Noi vendiamo al 100 ttraverso le agenzie di viaggi - spiega Leonardo Massa -. Ma se l'agente vende solo in base al prezzo l'intermediazione diventa solo un costo distributivo".11:05 D'Agostino: "Prezzo giusto per il giusto cliente"Ancora una sottolineatura sull'argomento del pricing da parte di Giuseppe D'Agostino: "È importante non offrire un prodotto a 400 euro al cliente che può spenderne mille".10:55 Scaffidi: "Riflettere sull'eccesso di offerta""Noi dovremmo fare una seria riflessione sull'eccesso di offerta - evidenzia Renato Scaffidi -. Così come sulla mancanza di professionalità da parte della distriibuzione"10:50 Tavella: "Dobbiamo proporre novità"Andrea Tavella tocca il tasto dell'attualità, con i rischi sul futuro del Maghreb: "Il Nord Africa - sottolinea - è un punto di domanda, ma non è che i clienti non andranno in vacanza. Andranno da altre parti. Sta a noi proporre delle novità e innovare il prodotto".10:42 Testi: "Il cliente è cambiato"Flash sul cliente di oggi da parte di Sergio Testi: "Oggi il comportamento del cliente è meno stabile e credo che non ne usciremo più. Questo è il comportamento normale, quello di prima era sovradimensionato, oggi abbiamo imparato a convivere con una situazione diversa del mercato".10:35 Rispoli: "Difendere prodotto e prezzo"Di fronte all'attuale situazione del mercato Gabriele Rispoli mette sul tavolo la prima ricetta: "Credo che la difesa del prodotto e del prezzo - spiega - sia l'elemento fondamentale su cui dobbiamo lavorare".10:30 Filippetti: "Inseguito il fatturato senza pensare ai margini"Punta diritto al pricing Nardo Filippetti: "Alcuni colleghi hanno inseguito il fatturato e le quote di mercato - dice -, senza guardare ai margini, cercando il cliente con lo sconto. Ma il cliente trovato con lo sconto è un cliente perso".