Grecia protagonista

08/05/2017
16:01
Crescita di prenotazioni per l'estate da tutti i mercati stranieri
 

Malgrado il calo di arrivi nei primi due mesi dell’anno, la Grecia sta già facendo i conti per un 2017 che promette di essere uno degli anni migliori per il suo turismo.
Il dato dei primi due mesi dell’anno, secondo le stime di Sete, la Confederazione greca per il turismo, mostra un calo del 2,8 per cento con 965mila arrivi internazionali, e in calo dello 0,8 per cento sono anche gli arrivi dei voli dall’estero.  

Malgrado questo, la stessa Sete e il Governo hanno buone prospettive per il resto dell’anno. Secondo il ministro del Turismo, Elena Kountoura, le prenotazioni da tutti i mercati stranieri segnano un incremento oltre il 15 per cento rispetto all’anno precedente. Un dato che trova conferme anche sul mercato italiano: il sondaggio realizzato da TTG Italia sui ‘Villaggi vacanze’ mostra infatti una decisa preferenza per la Grecia, prima fra le mete estere richieste dai turisti tricolore per l’estate.  

Il segnale di un risveglio della Grecia dal punto di vista turistico è arrivato dal World Economic Forum’s Tourism Competitiveness Index per il 2017: malgrado il risultato del 2016, considerato uno dei peggiori, il Paese ha fatto un balzo in avanti per quanto riguarda la competitività, passando dalla 31° alla 24° posizione, grazie soprattutto agli sforzi messi in atto per sfruttare al meglio le proprie risorse naturali, mantenere bassi i costi per l’accomodation dei turisti internazionali e ridurre le tariffe aeroportuali.  

Proprio grazie a quest’ultimo intervento, la ministro Kountoura ha potuto annunciare che nel corso di quest’anno il Paese avrà 150 nuove rotte e 6.000 voli in più sugli aeroporti regionali, in particolare su Kos, Rodi, Mykonos, Santorini, Corfu, Cefalonia, Zacinto, Aktio e Tessalonica. Per quanto riguarda le rotte, il ministro ha annunciato che collegheranno la Grecia con diversi Paesi europei, nonché con la Russia e Israele.

“Il turismo - dice Andreas Andreadis, presidente di Sete - sarà il protagonista dell’economia ancora per un altro anno, ma non potrà reggere per molto il livello di tassazione attuale”. Sete prevede che il 2017 si chiuderà oltre i 28 milioni di visitatori.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook