Estate nelle città d’arte: scatta l’allarme abusivi di Confguide

23/05/2017
08:31
 

Gli alti numeri di turisti che stanno iniziando ad arrivare nelle città d’arte italiane hanno già fatto scattare l’allarme delle guide turistiche tricolori. A gettare una luce sul fenomeno del sommerso nel settore degli accompagnatori turistici è Configuide, che in una nota parla di “segnali d’allarme” per quanto riguarda gli abusivi.

Pubblicità

Secondo l’Osservatorio di Confguide, infatti, il fenomeno delle sedicenti guide turistiche, senza abilitazione, già nell’ultimo mese ha fatto segnare una crescita del 29%.

“Il fenomeno – dice l’associazione - è presente infatti in tutte le piazze d’Italia e ad ingannare il visitatore sono espressioni accattivanti come, ad esempio, ‘free tours’ o ‘greeters’ che intercettano l’attenzione e la buona fede dei visitatori inconsapevoli”.

Confguide chiede che gli organi deputati al controllo intensifichino l’attività e contrastino ogni forma di abusivismo, “a tutela dei visitatori e dell’immagine della bellezza dell’Italia nel mondo”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook