Kuda Travel: "Ecco perché bisogna programmare anche Paesi poco richiesti"

di Amina D'Addario
25/05/2017
12:38
Leggi anche: kuda travel

"Cerchiamo di rilanciare quelle destinazioni che la gente si è ormai abituata a non chiedere, perché se si assecondasse la tendenza finirebbero per scomparire". Livia Nardone, responsabile commerciale di Kuda Travel, motiva così la volontà dell'operatore di continuare a scommetere su Marocco e Giordania.

Pubblicità

"Sono due destinazioni turisticamente valide, ma - sottolinea - vittime di pregiudizio. Per questo i t.o. dovrebbero cercare di educare il mercato e, soprattutto, tutti gli agenti di viaggi più giovani che, per questione di età, il passato importante di queste mete non lo hanno conosciuto".

Viene quindi mantenuta articolata la programmazione del t.o. sui due Paesi. "Sulla Giordania - precisa Nardone  - proponiamo i classici tour e i combinati con Israele. Mentre sul Marocco - aggiunge - al circuito delle città imperiali affianchiamo le proposte per i repeater".

Leggi anche: kuda travel

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook