“Vendita di viaggi:
serve un decreto
per stabilire
chi è abilitato”

17/08/2017
08:03
 

La proposta arriva durante un’estate che ha messo alla prova il settore, anche a causa di una serie di cancellazioni che hanno colpito il settore. Così Angioletto de Negri, amministratore delegato de I Viaggi dell’Airone, lancia l’idea di un “decreto che stabilisca che, così come esistono le farmacie abilitate in esclusiva alla somministrazione di medicinali, allo stesso modo si debba concedere l'esclusiva di settore alle agenzie di viaggi abilitate”.

Pubblicità

Il tutto per salvaguardare la credibilità del comparto, tour operator inclusi. Secondo il manager, infatti, a pagare le conseguenze delle cancellazioni sono anche gli operatori, oltre ovviamente agli agenti di viaggi che si sono trovati a dover fronteggiare situazioni difficili.

Sotto accusa, per de Negri, la mancanza di controlli su coloro che vendono viaggi. Non solo, però: l’amministratore delegato del tour operator chiede anche “una Fiavet forte per le agenzie così come è Astoi che rappresenta i tour operator”.

L’analisi del mercato
Angioletto de Negri, analizzando la situazione attuale del settore turistico, rimarca anche come la diminuzione delle vetrine abbia diverse cause.

“Le agenzie diventano sempre di meno - afferma - e sicuramente la tendenza ad acquistare viaggi attraverso altri canali non aiuta”. Tuttavia, aggiunge, “credo che la crisi che continua, nonostante quello che si dice, sia la causa maggiore di mortalità. Quest’anno, ad esempio  fino ad aprile sembrava che si annunciasse una stagione di fuoco e fiamme. Ora l’unico fuoco è quello della temperatura”.

In sostanza, afferma de Negri, "si vendono meno viaggi: le cause sono note e l’outgoing soffre. Come se non bastassero i problemi nel Mediterraneo, ora soffre anche il lungo raggio. Le norme dettate della nuova amministrazione americana per esempio, hanno fatto calare anche i viaggi negli Stati Uniti che per le programmazioni rappresentavano un prodotto sicuro”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook