Msc Crociere e 'Prezzo Leggero': “Lavoro d’anticipo con le adv”

di Cristina Peroglio
28/11/2018
16:11
Leggi anche: msc crociere

“Prenotare prima una crociera è come voler andare alla prima a teatro: c’è la voglia e la consapevolezza di essere i primi”. Un desiderio dei clienti al quale Msc Crociere sta cercando di intercettare e sul quale sta basando le mosse della sua strategia commerciale per il 2019.

Pubblicità

“Oggi lanciamo la promo Prezzo Leggero, che premia chi programma le proprie vacanze in anticipo con uno sconto del 50% sul secondo passeggero, da applicare sulla quota crociera – spiega in anteprima a TTG Italia Luca Valentini (nella foto), direttore commerciale Msc Crociere – ma questo promozione rientra in una strategia più complessa, che ci contraddistingue, ossia quella di permettere ai clienti, ma soprattutto alle agenzie, di poter vendere il nostro prodotto con un larghissimo anticipo”.

La prima a teatro
Se la promozione Prezzo Leggero consente infatti di vendere oggi le crociere per la summer 2019, Msc ha giocato d’anticipo in una maniera ben più specifica. “Abbiamo già a sistema il prodotto per l’estate 2020 – dice Valentini – e permettiamo ai clienti di prenotare già la winter 2020/2021 con la possibilità di essere, appunto, i primi a provare un prodotto nuovo, una soddisfazione che gli appassionati cercano”.

Questo tipo di anticipazione sulle vendite, sostenuto da campagne Tv e social, dice Valentini, “per il trade è premiante, perché permette di fare business anche in periodi nei quali c’è poco traffico nelle agenzie, verso le quali noi indirizziamo i clienti finali”.

Il nuovo contratto
Fra 3 settimane Msc presenterà alle agenzie il nuovo contratto per il 2019: “Saranno mantenuti i livelli commissionali attuali – anticipa Valentini – che partono da un 10% fino al 15%, e come già oggi, sarà possibile commissionare tutto il prodotto e i servizi venduti per la crociera, dal volato agli hotel, dalle bevande ai transfer. Ogni attività che le agenzie svolgono per Msc deve essere remunerata”.

I prezzi per il 2019
Non sarà un anno in cui le crociere costeranno meno, il 2019, malgrado i cospicui investimenti in termini di nuove navi e il conseguente aumento della disponibilità di posti. “Il pricing è ovviamente dinamico – dice ancora Valentini – ma sicuramente non torneremo agli anni in cui si utilizzava la leva del prezzo come strategia per vendere di più”. In sostanza, spiega il manager, la linea di Msc è comune a quella di tutta l’industria del turismo: “La vacanza ha ripreso la sua importanza e anche il suo valore”.

E per riempire le nuove navi, come farete?
“Allargheremo la gamma di prodotti aumentando la curiosità dei clienti – conclude -. Non cerchiamo di rubare clienti ai competitor, cerchiamo altri e nuovi mercati a cui offriamo la possibilità di trascorrere piacevolmente il loro tempo libero”.

Leggi anche: msc crociere

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook