Giro d'Italia in agenzia: le opportunità di Napoli

di Lino vuotto
20/04/2011
10:13
Un business che ruota intorno al tema dei trasporti. Con tante luci e alcune ombre. Il giro d'Italia in adv di TTG Italia arriva a Napoli, dove i dettaglianti, intervistati per il servizio che verrà pubblicato sul numero 32 del 21 aprile, mettono in luce come il lavoro di agente in città e nella provincia sia strettamente legato a queste realta: uno scalo aeroportuale efficiente, ma con alcuni limiti per quanto riguarda il network; un porto gettonato dalle compagnie crocieristiche e ai vertici degli scali marittimi mediterranei; una rete ferroviaria, quella dell'Alta velocità, capace di convogliare il traffico business verso il Nord Italia.

Le opportunità del lungo raggio
In questo contesto non mancano però alcune richieste e la prima fra tutte è lo sviluppo della rete lungo raggio. Il capoluogo campano risulta infatti ben collegato, ma i dettaglianti della città vorrebbero qualcosa in più. Una maggiore copertura dei voli internazionali garantirebbe, oltre a una riduzione degli spostamenti per le tratte lungo raggio, anche la possibilità di intercettare tutto il traffico del Mezzogiorno.

Inbound, business mancato
Il trade cittadino affronta poi il delicato tema dell'inbound, che viene descritto come un'occasione mancata a causa, affermano gli agenti, del poco sostegno da parte delle istituzioni. Nella terza città più grande d'Italia, con oltre 800 punti vendita, si soffre poi di un'inevitabile concorrenza: così per gli adv di Napoli non resta che la via della specializzazione per intercettare target specifici di clientela.

IL SERVIZIO COMPLETO SUL NUMERO 32 DI TTG ITALIA DEL 21 APRILE
Leggi anche: Giro d'Italia, Napoli, ttg, agenzia

Un business che ruota intorno al tema dei trasporti. Con tante luci e alcune ombre. Il giro d'Italia in adv di TTG Italia arriva a Napoli, dove i dettaglianti, intervistati per il servizio che verrà pubblicato sul numero 32 del 21 aprile, mettono in luce come il lavoro di agente in città e nella provincia sia strettamente legato a queste realta: uno scalo aeroportuale efficiente, ma con alcuni limiti per quanto riguarda il network; un porto gettonato dalle compagnie crocieristiche e ai vertici degli scali marittimi mediterranei; una rete ferroviaria, quella dell'Alta velocità, capace di convogliare il traffico business verso il Nord Italia.

Pubblicità

Le opportunità del lungo raggio
In questo contesto non mancano però alcune richieste e la prima fra tutte è lo sviluppo della rete lungo raggio. Il capoluogo campano risulta infatti ben collegato, ma i dettaglianti della città vorrebbero qualcosa in più. Una maggiore copertura dei voli internazionali garantirebbe, oltre a una riduzione degli spostamenti per le tratte lungo raggio, anche la possibilità di intercettare tutto il traffico del Mezzogiorno.

Inbound, business mancato
Il trade cittadino affronta poi il delicato tema dell'inbound, che viene descritto come un'occasione mancata a causa, affermano gli agenti, del poco sostegno da parte delle istituzioni. Nella terza città più grande d'Italia, con oltre 800 punti vendita, si soffre poi di un'inevitabile concorrenza: così per gli adv di Napoli non resta che la via della specializzazione per intercettare target specifici di clientela.

IL SERVIZIO COMPLETO SUL NUMERO 32 DI TTG ITALIA DEL 21 APRILE

Leggi anche: Giro d'Italia, Napoli, ttg, agenzia

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook