La rivoluzione dei prezzi
Ryanair cambia ancora

di Lino Vuotto
12/04/2016
13:04
Leggi anche: Ryanair
Pubblicità

Una semplice e categorica questione di pricing.

Ryanair apre la strada al terzo anno del programma Always Getting Better rivoluzionando ancora una volta la propria politica tariffaria con tre livelli di prezzi differenziati senza allontanarsi dall’imperativo del low cost.

L’annuncio è arrivato oggi dal ceo Michael O’Leary (nella foto) insieme al chief marketing officer Kenny Jacobs, che in una conferenza stampa trasmessa in webcasting hanno presentato tutte le novità che saranno introdotte nel corso di questo 2016. “Il programma Agb è stato un cambio epocale – ha esordito O’Leary -, ha trasformato il nostro business e il rapporto con i clienti. Quando abbiamo deciso di cambiare abbiamo osservato i competitor e abbiamo capito che vendendo anche in agenzia o entrando sui gds, tanto per citare due esempi, avevano fatto la cosa giusta”.

I dettagli
Entrando nel dettaglio, a partire dal 16 luglio Ryanair aggiungerà alla tariffa base la Leisure Plus e la Business Plus; la prima consentirà ai passeggeri, con un costo superiore (43,99 euro la tariffa di partenza) “di accedere a una serie di servizi – ha spiegato Jacobs – come il posto a bordo riservato, imbarco prioritario, check in automatico e 20 kg di bagaglio”. Sulla tariffa superiore, invece, ci sarà più flessibilità per il cambio data e l’accesso al fast track, che verrà esteso a un numero maggiore di aeroporti.

Rivoluzione in arrivo anche sul fronte dei bagagli, dove sparirà una delle pratiche maggiormente criticata, vale a dire la tariffa differenziata per il bagaglio in stiva se registrato in aeroporto. I costi saranno ora uniformati “e punteremo a immettere una tariffa omogenea tutto l’anno – ha aggiunto il ceo – chiudendo il capitolo della differenziazione tra alta e bassa stagione”.

Leggi anche: Ryanair

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook