Caravita, Marsupio: “Fee British Airways da affrontare con il coltello tra i denti”

di Amina D'Addario
04/06/2018
10:51
Leggi anche: marsupio, Marsupio Group

"È una decisione che avrà un impatto limitato sulle agenzie italiane, ma dovrà comunque essere affrontata dalle associazioni con il coltello tra i denti". Massimo Caravita (nella foto), presidente di Marsupio Group, interviene così sulla decisione di British Airways di applicare dallo scorso primo giugno una debit memo del 5% sul pagamento dei biglietti aerei effettuati con la carta di credito dell'agenzia.

Pubblicità

"I vettori - sostiene il manager - pensano in questo modo di recuperare i costi legati alle transazioni con le carte di credito e, in secondo luogo, di poter ricontrattare questi costi con le società che operano nel settore delle carte di credito. Un po' - aggiunge - la stessa ratio che sta dietro l'Ndc, creato per ribilanciare il potere del Crs".

In ogni caso, la battaglia che dovrà ora essere portata avanti in Fiavet dovrà focalizzarsi sull'utilizzo "fuorviante" dell'Adm che, precisa Caravita, "viene ormai utilizzato dai vettori come uno strumento di incasso rapido e incontrollato".

Leggi anche: marsupio, Marsupio Group

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook