Hotel: le mosse dei player esteri

20/06/2017
09:39
Molte le firme dell'alberghiero che stanno ampliando la presenza nel Paese
 

Partita la stagione, la Spagna si riconferma una delle mete più gettonate per l’estate, e non solo per la clientela italiana. Giocoforza che le tariffe alberghiere del Paese stiano decollando, soprattutto nelle aree dove la richiesta aumenta.
Rispetto all’estate 2016, dice il tHPI di trivago, il costo medio a camera è aumentato in media del 14 per cento, passando da 118 a 134 euro a notte. La segnalazione di un aumento sui prezzi era arrivata, già nei mesi scorsi, anche dalle agenzie italiane, che avevano più volte sottolineato come nei cataloghi ci sia stato un ritocco piuttosto consistente verso l’alto dei costi, cosa che ha spinto diversi clienti verso altre mete.

Nelle aree più gettonate dal turismo estivo, le Baleari, i prezzi a camera nel mese di giugno hanno avuto una media di 171 euro, con un incremento rispetto al mese precedente del 33 per cento, mentre in Catalogna, l’area della Costa Brava e di Barcellona, la media è stata sui 160 euro. Anche la Costa del Sol ha registrato un deciso aumento rispetto al mese di giugno dello scorso anno: i prezzi a notte a Malaga sono saliti del 21 per cento.  

Fra le città, le più care a giugno, oltre Madrid (153 euro per notte) e Barcellona (186 euro), sono Palma di Maiorca con 187 euro a notte, San Sebastian a 141 euro e Cadice con 118, le zone identificate come più adatte alle vacanze balneari.

Gli investimenti
Non stupisce quindi che la Spagna continui a essere molto gettonata dai player alberghieri, anche da quelli internazionali, che si affacciano sul mercato, malgrado la fortissima presenza di investitori interni.
Golden Tulip, ad esempio, ha scelto Barcellona per il suo sbarco nel Paese, dove aprirà nel mese di luglio il suo primo hotel, un 4 stelle da 158 camere che prevede anche palestra, bar, ristorante, sale meeting. Ma, dice la catena alberghiera di Louvre Hotels Group, questo è solo il primo passo nel suo cammino di espansione in Spagna.

Golden Tulip non è l’unico player internazionale a guardare con attenzione alla Spagna: Marriott è infatti pronto ad aprire a Madrid un 5 stelle da 71 stanze a marchio Autograph collection. E non sarà l’unico Marriott ad aprire nel Paese. Per il 2019, infatti, sempre a Madrid arriverà il primo Aloft, mentre sul mare è in fase di progettazione il W Marbella che sarà pronto per il 2021 e sarà un hotel da 200 camere e suite.

Ancora sul mare si affaccia l’ultimo investimento di Pierre&Vacances, che ha riaperto l’hotel El Puerto a Fuengiola dopo una serie di lavori di rinnovamento da 6 milioni di euro. La struttura offre 314 camere e si presenta come il settimo complesso P&V in Andalusia, con il quale il gruppo arriva a 4mila camere disponibili sulla Spagna.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook