Torna Destination Italia
Si riparte con Gartour

di Remo Vangelista
25/11/2016
08:30
 

Si ritorna a parlare di Destination Italia, il progetto incoming fortemente voluto da Fabio Cannavale (Lastminute.com) e Intesa Sanpaolo. La società guidata da Marco Ficarra (amministratore delegato) potrebbe infatti mettere presto le mani su Gartour, operatore romano che, viste le difficoltà di mercato, ha intrapreso la via del concordato.

Pubblicità

La manifestazione d’interesse di Destination Italia nei confronti dell’operatore verrà presa in esame nelle prossime settimane dal Tribunale di Roma, che potrebbe dare il via libera all’affitto del ramo d’azienda per un periodo definito, prima di procedere in seguito con la gara ufficiale per l’assegnazione definitiva di Gartour.

Con il possibile (probabile) ingresso del t.o. incoming si apre quindi una fase nuova per Destination Italia che potrebbe così mettere in moto il progetto b2b, in attesa di definire e poi lanciare tra qualche mese la piattaforma per il consumatore finale.

Il punto sul progetto
Inutile dire che il mercato attende ormai da mesi qualche segnale da parte di Ficarra e soci, dopo l’annuncio di inizio 2016 nella sede milanese di Intesa Sanpaolo. Sembra infatti che l’istituto di credito abbia chiesto di accelerare sul progetto, che nel corso del 2016 ha mostrato forti segnali di rallentamento.

Per aiutare lo sviluppo del piano i soci di Destination hanno inoltre richiesto l’intervento di Alberto Peroglio Longhin in veste di consulente. Il manager torinese, profondo conoscitore del mercato, sta infatti lavorando per dare una struttura organizzativa all’attività e avviare la fase di sviluppo della piattaforma.

Twitter @removangelista


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook