La richiesta dei t.o. agli albergatori: voucher validi per tutto il 2021

30/03/2020
10:06
 

Dilatare il periodo di validità dei voucher a tutto il 2021, in modo di consentire a chiunque di poterli usare e, nel contempo, consentire alle agenzie la possibilità di riavviare l’attività. Questa la richiesta che 30 operatori incoming della Sicilia e del Sud Italia fanno agli albergatori nella lettera #ripartiamoinsieme, un documento firmato, tra gli altri, da Dimensione Sicilia, Destination Sicily, Essence of Sicily, Private Siciliy, Sicilian Journeys, Imperatore Travel World, Norma Vacanze, Sicilian Tourist Service e Absolute Sicilia.

Pubblicità

Tra i firmatari anche l’agenzia Dmc Ulisse: “Abbiamo voluto scrivere agli albergatori per fare presente il punto di vista dei tour operator - dice Anna Maria Ulisse, presidente regionale di Assoviaggi e titolare dell’agenzia Ulisse (nella foto). Noi operatori Dmc siamo equiparati alle agenzie di viaggi, ma abbiamo esigenze diverse. La lettera agli albergatori serve proprio a fare chiarezza in questo senso”.

"Evitare l'emorragia di liquidità"
“È assolutamente condivisibile - scrivono i 30 operatori - la necessità di evitare un’emorragia di liquidità già molto ridotta in questo periodo dell’anno: pertanto, se indispensabile, utilizzeremo il sistema dei voucher. Risulta però remota la possibilità che quest'ultimo possa riguardare i prossimi 12 mesi”. Ecco perché chiedono agli albergatori, ove non fosse possibile il rimborso, di voler estendere la validità del voucher emesso almeno a tutto il 2021, “in modo da rendere lo stesso più spendibile e - speriamo - più accettato”.

"Rimborso economico nel caso di mancato utilizzo"
Trattandosi comunque di una imposizione nei confronti del cliente, aggiunge la lettera, per una questione etica “noi Dmc vorremmo garantire che, in caso di mancato utilizzo, alla sua scadenza, il voucher si muti automaticamente in un rimborso economico”.

Un patto per ripartire insieme
Tra gli altri firmatari del documento figurano Alternative Sicily, Cassata Travel, Egmont Viaggi, Holly Tour, L’Isolabella, MDF, e poi ancora Meeting Point Italia, Mine, Ovest e Retevacanze. “Quello che stiamo provando a fare - dicono - è fare sentire la nostra voce e trovare un accordo che tuteli le aziende del turismo  e i consumatori. Un vero e proprio patto per ripartire tutti insieme”.

A voler aprire un dialogo con gli albergatori anche agenzie incoming come Scarlet World Tours & Travel, Sicilvision, Sicilyevents, e poi ancora Sole Blu, Tagliavia, Tour of Sicily, Tour Plus & Absolute Sicilia, Trippuzzle, Verdesicilia e Voglio Volare. Mai prima d’ora così tanti operatori incoming avevano unito la propria voce. L’impegno, ora, è di condividere le reazioni di ciascun fornitore alle loro richieste, rendendo partecipi gli altri nel caso in cui gli albergatori non accettassero. “Vi chiediamo – dicono nella loro lettera - di voler considerare le nostre richieste frutto del buon senso e della comune necessità di superare insieme un momento difficile come quello che stiamo attraversando, evitando per tutti la crisi di liquidità che potrebbe portare al default”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook