Medioriente: 90 miliardi di dollari per gli aeroporti

di silvana piana
09/02/2011
16:38
Pubblicità

Un investimento di 90 miliardi di dollari. È questa la cifra stanziata dal Gcc per migliorare la rete aeroportuale dei Paesi del Golfo. Stando alle ultime statistiche Iata e Aci, l'area mediorientale si conferma come la più performante del globo e fissa l'obiettivo per il 2020 ad oltre 400 milioni di passeggeri. Per centrare questo risultato gli stati del Consiglio per la cooperazione dei Paesi del Golfo Arabo hanno stanziato un maxibudget per il rinnovamento e la costruzione di aeroporti, senza considerare gli investimenti per quanto concerne infrastrutture e collegamenti con gli scali. Analizzando la mappa nel dettaglio, negli Emirati si stima una spesa di 8 miliardi di dollari per il miglioramento dell'aeroporto internazionale Al Maktoum di Dubai, mentre per il terzo terminal del Dubai International Airport si prevede una spesa di 1,17 miliardi di dollari. Ad Abu Dhabi la cifra stanziata è di 6,8 miliardi di dollari, mentre a Jeddah si spenderanno 1,5 miliardi. Per lo scalo del Qatar, il New Doha International Airport, sono stati stanziati 11 miliardi di dollari e, per l'espansione dello scalo omanita di Muscat, la cifra è di 1,2 miliardi. Sono, invece, 335 i milioni di dollari per il miglioramento dell'hub in Bahrain e 2,1 miliardi per il Kuwait International Airport.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook