Rognoni, Press Tours: "In Alpitour per sfruttare gli investimenti di Neos"

di Amina D'Addario
20/11/2014
09:19
Leggi anche: press Tours

Dentro Alpitour per sfruttare il vantaggio competitivo degli investimenti di Neos.

Pubblicità

Questa la motivazione fornita dal responsabile promozione, eventi e media relations di Press Tours, Moreno Rognoni, riguardo l'ingresso del tour operator della famiglia Landini nel Gruppo Alpitour.

"Non siamo un'azienda cotta o che ha bisogno di foraggiamento. A Press Tours interessava entrare in un gruppo con una prospettiva europea, soprattutto - puntualizza il manager - in previsione dello sviluppo della compagnia di casa, Neos, che da qui al 2018 sarà la prima nel panorama turistico ad avere in flotta tre Boeing 787".

Aeromobili che, secondo Rognoni, porteranno a una "spaccatura netta nel mercato leisure" diviso tra operatori che pagheranno i voli un quarto in meno di quanto costano oggi e quelli legati alle vecchie dinamiche.

Piena continuità e autonomia di prodotto viene intanto assicurata. "Per i prossimi tre anni, non cambierà nulla, anche perché - rileva Rognoni - sarebbe assurdo cambiare qualcosa in un'azienda che sta andando bene e che da venti anni chiude con incrementi tra il 12 e il 20 per cento per quanto riguarda movimentazione passeggeri, fatturato e utili".

Leggi anche: press Tours

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook