Fronte comune degli operatori, nessun ritocco al pricing

24/04/2015
10:58

Nonostante i cambiamenti di rotta e le inversioni di marcia, c'è un fattore che resta invariato nell'estate mediterranea dei tour operator: i prezzi.

Pubblicità

Complice una domanda che su alcune destinazioni viaggia a doppia cifra in modo spontaneo, le politiche commerciali dei t.o. puntano a portare a casa marginalità salvaguardando le tariffe. “Non abbiamo toccato il pricing - conferma Federico Gallo, direttore prodotto Settemari -: abbiamo un sistema che funziona già a scaglioni tariffari e poichè si saturano prima alcune date, va da sé che su certe destinazioni i prezzi aumenteranno prima”.

Piuttosto, aggiunge Massimo Broccoli, direttore commerciale di Veratour, “stiamo drenando le promozioni sulle destinazioni più in difficoltà, mentre sulle altre manteniamo la nostra politica standard”.

Una posizione condivisa anche da Elisabetta Pavanello, direttore commerciale Swan Tour: “Cerchiamo di mantenere margine, per noi e le adv”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook