Club Med, Amzallag: “Adv,
il momento è adesso!”

di Isabella Cattoni
11/12/2019
08:35
Leggi anche: Club Med

Le idee sono ben chiare e intendono sfatare ogni possibile fraintendimento in merito: “Le agenzie di viaggi, almeno sul mercato italiano, restano per Club Med un punto nevralgico nello sviluppo per il futuro. Quel che tuttavia deve essere altrettanto chiaro è che siamo alla ricerca di partner, non di semplici intermediari nella vendita del nostro prodotto”. È  Eyal Amzallag (nella foto), managing director Italy - South Europe & emerging markets di Club Med, a esporre durante una visita alla redazione di TTG Italia la sua ricetta per continuare a svilupparsi sul nostro mercato.

Pubblicità

Un mercato diverso
“Il vostro mercato - spiega - è profondamente diverso ad esempio da quello francese, sul quale abbiamo nostre agenzie boutique. In Italia la scelta è di non avere punti vendita diretti, ma di appoggiarci al canale tradizionale. Ma attenzione, il nostro è un prodotto unico, che ha un enorme potenziale di sviluppo in quanto si indirizza a un target lusso che in Italia ha grande appeeal. Un’offerta sempre più ‘upper premium’, focalizzata sia sul segmento delle famiglie sia su quello delle coppie, con una specifica attenzione ai viaggi di nozze. Perché chi sceglie Club Med la prima volta, spesso andrà ad ingrossare le fila dei repeater che anno dopo anno tornano a preferire un prodotto che in Italia non ha eguali”.
Al momento il volume dei repeater oscilla intorno al 45-50 per cento, ma un dato interessante è quella relativo a quanti si avvicinano per la prima volta al prodotto del Club Med, che in Italia rappresenta il 55 per cento del volume totale.

La collaborazione con le agenzie
Tornando alle agenzie, Amzallag fa focus sui punti vendita che siano partner, abbiano potenzialità di sviluppo e “siano in grado di recepire i cambiamenti del mercato in modo proattivo”. Perché - precisa  Amzallag - “il momento è adesso. È ora il tempo di andare a intercettare quella fascia di clienti che cerca un prodotto diverso, internazionale, attento alle esperienze e al contatto con il territorio circostante. Un cliente altospendente, che se viaggia in famiglia cerca attività differenti anche per i figli nell’ottica di un arricchimento che già di per sé fa vacanza”.
Diversi i pilastri sui quali Club Med fonda la sua attività: l’esperienza culturale, l’ottimizzazione degli strumenti al servizio delle agenzie partner, le facilitazioni commerciali per vendere meglio, comprese campagne di early booking e iniziative come il Black Friday.

Il futuro
“Nei prossimi tre anni verranno aperti 25 nuovi resort e la tendenza è quella di investire sempre più sull’exclusive collection. L’obiettivo è quello di diventare gli specialisti della vacanza Premium long haul per famiglie. In Italia le potenzialità sono enormi; è tempo di andare a prenderci - insieme ai nostri partner – quella fetta di mercato che è insita nel nostro dna”.

Leggi anche: Club Med

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook