Il superlusso sul web: TheWowFactor esporta in Europa la sua app Jam

di Stefania Galvan
09/01/2020
13:08
 

“Definirla solo un’app è riduttivo: è uno strumento destinato a rivoluzionare il rapporto tra viaggiatore di lusso e tour operator”. Roberto Stagnetti, ceo di TheWowFactor (nella foto), parla in questi termini di Jam, la nuova app che l’azienda, specializzata in turismo per viaggiatori high-end, sta per lanciare sul mercato europeo.

Pubblicità

“È una soluzione che abbiamo studiato per TheWowFactor - spiega il ceo -, ma che poi abbiamo deciso di proporre anche in licenza ad altri operatori e Dmc che si occupano di luxury. La modalità sarà quella del White Labeling, ossia con il nome e il logo ‘JAM Just Ask Me’, ma con tutta la skin e il brand del tour operator”.

I servizi per i clienti
Numerosi i servizi forniti dall’app, a partire daquelli dedicati ai clienti, che avranno a loro disposizione 45 funzionalità da utilizzare sia prima del viaggio, sia durante la loro vacanza. “Tra queste - sottolinea Stagnetti - una panoramica di tutti i pacchetti proposti, un set di informazioni utili prima della partenza e un countdownd di remainder personalizzato e con frequenze variabili”. Una volta in viaggio, poi, potranno aprire un diario digitale e una rete peer to peer per foto e video e visualizzare cataloghi online con i beni di prima necessità da portare con sé e con i gift da portare a casa”.

Ricette e abiti sartoriali
Tra le funzioni più particolari anche la possibilità di ricevere via mail le ricette delle pietanze gustate durante la vacanza e persino l’opportunità di avere un sarto tutto per sé: “Se il pacchetto dura più di tre giorni - spiega Stagnetti - quando il cliente arriva in hotel al primo giorno un nostro sarto lo raggiunge in stanza, gli prende le misure e gli fa scegliere la stoffa. L'ultimo giorno della vacanza il sarto ritorna in hotel prima del checkout, gli fa gli ultimi aggiustamenti e noi spediamo l'abito sartoriale direttamente a casa del viaggiatore”.

Le funzionalità per gli operatori
Sul fronte dell’operatore, poi, Jam è uno strumento gestionale con decine di funzionalità ‘back-end’ che snelliscono e velocizzano tutta la pratica cliente, particolarmente complicata nel caso dei pacchetti di lusso: “Il tour operator - aggiunge il ceo - può ad esempio monitorare in tempo reale il grado di soddisfazione del cliente, in un continuo dialogo con il tour leader, riducendo al minimo i complain”.
La prima release di Jam è prevista per la fine di aprile.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook