Aeroviaggi, Mangia: “Il mare d’inverno sarà la svolta per superare la crisi”

di Isabella Cattoni
02/10/2020
17:24
Leggi anche: aeroviaggi

“La Sicilia non è una regione legata alle stagionalità”. Parte da questa certezza l’affondo di Marcello Mangia (nella foto), presidente di Aeroviaggi, che in una fase caratterizzata da una grande incertezza a livello globale, ha le idee chiare sugli sviluppi futuri della sua attività, ovviamente epidemia permettendo.

Pubblicità

La stagione 2020
“La stagione 2020 si chiude meglio rispetto a quanto preventivato nei giorni più bui della crisi, ma stiamo comunque parlando di un calo dei ricavi globali del 60% circa, pari a circa 400mila presenze registrate a oggi nei nostri resort. In particolare, la Sicilia in settembre ha performato bene e in tre strutture  - Pollina Resort, Himera Beach Club e Club Torre del Barone - abbiamo addirittura superato i numeri del corrispondente periodo del 2019”.
I risultati complessivi sono stati inficiati dalla performance negativa della Sardegna, che  anche in seguito all’ordinanza – revocata pochi giorni dopo – del presidente della Regione Christian Solinas, ha registrato un vero crollo con la disdetta di tutte le prenotazioni dalla Francia e del 50% di quelle dall’Italia”.

Obiettivo destagionalizzazione
Fin qui, i dati. Ma la chiave di volta dello sviluppo futuro secondo Mangia si chiama destagionalizzazione. “Lottobre in Sicilia sta funzionando molto bene e per questo abbiamo deciso di posticipare la chiusura del Club Torre del Barone all’8 novembre. Ma la vera novità è quella del lancio di Sicily Winter Sun, la nostra proposta per trascorrere un soggiorno lungo al sole della Sicilia a Sciacca anche nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Attualmente abbiamo un hotel che resterà aperto tutto l’anno, ma, a causa del successo che sta riscuotendo l’iniziativa sui mercati del Nord Italia e del Nord Europa, stiamo valutando di affiancare sempre a Sciacca una seconda apertura annuale. E dal 2022 in progetto c’è la replica del modello anche per il Pollina Resort”.

La presenza a TTG Travel Experience
Le prospettive a lungo termine sono positive e Aeroviaggi sta puntando, oltre che sui mercati francese e italiano, anche sul bacino nordeuropeo. Mangia è fiducioso nel futuro, anche perché in queste settimane ha intessuto contatti importanti con operatori italiani e internazionali interessati a inserire le strutture di Aeroviaggi nella programmazione 2021.
Saremo a TTG Travel Experience proprio per dare un messaggio di fiducia e di continuità al mercato. Noi continuiamo a investire sia sul fronte del restyling delle nostre strutture, sia su quello dell’ampliamento dell’offerta”.
Sotto questo aspetto, la novità è l’inserimento dal 2022 di una nuova struttura 5 stelle a Sciacca, frutto della trasformazione di una antica centrale termica in resort di lusso.

Leggi anche: aeroviaggi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook