Ryanair posticipa l'entrata in vigore della nuova policy bagagli a gennaio

24/10/2017
12:23
 

Entrerà in vigore il 15 gennaio 2018 e non più il primo novembre la nuova policy sui bagagli di Ryanair. Il vettore low cost, nel mezzo di un periodo particolarmente difficile, ha confermato attraverso un tweet la posticipazione dell’applicazione delle tanto discusse nuove regole.

Pubblicità

La low cost ha precisato di voler garantire ai clienti “più tempo per adattarsi ai cambiamenti, in particolare durante il caotico periodo natalizio”.

Come anticipato mesi fa da TTG Italia, le nuove regole riguardano sia le dimensioni sia i costi dei bagagli da imbarcare e ciò che sarà possibile portare in cabina. Tra le novità principali la tolleranza per il peso dei bagagli imbarcati, che salirà da 15 a 20 chili. Il costo del bagaglio imbarcato scenderà da 35 euro a 25 euro, se acquistato al momento della prenotazione Nel caso in cui il bagaglio venga comprato successivamente (o anche in aeroporto) il costo sarà di 40 euro.

Ma la policy riguarderà anche il secondo bagaglio a mano. Punto questo che ha incontrato parecchie resistenze da parte delle associazioni dei consumatori. Le nuove misure prevedono che solo i passeggeri che hanno acquistato l’opzione di imbarco prioritario (al costo di 5 euro al momento della prenotazione o di 6 euro fino a un’ora prima della partenza) possano portare in cabina due bagagli, ovvero uno di dimensioni normali (55x40x20 cm) e uno più piccolo (35x20x20).

Coloro che non hanno scelto l’imbarco prioritario, invece, potranno portare in cabina solo il bagaglio più piccolo; il più grande, invece, verrà caricato in stiva senza nessun costo aggiuntivo.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook