Europa: allo studio una rete di treni iperveloci per dire addio agli aerei

29/06/2020
09:48
 

Fra le possibili idee per il rilancio europeo dopo la crisi della pandemia di coronavirus, emerge una proposta per collegare le capitali del Vecchio Continente attraverso una rete di treni iperveloci, che permetterebbe di dare un taglio deciso alle emissioni di CO2 provocate dal traffico aereo.

Pubblicità

Lo studio arriva dal Vienna Institute for International Economic Studies e le prime linee prese in considerazione sono possibili collegamenti ferroviari fra Dublino e Parigi, fra Lisbona e Helsinki attraverso la Polonia e i Paesi Baltici, toccando anche Stoccolma e Copenhagen, una tratta che colleghi Brussel e La Valletta a Malta e una fra Berlino e Nicosia, a Cipro, connettendo anche Vienna e Sofia in Bulgaria.

Oltre a ridurre le emissioni, questa rete transnazionale permetterebbe di connettere capitali attualmente poco raggiungibili. E se la velocità di viaggio si aggirasse fra i 250 e i 350 chilometri all’ora, molte delle rotte aeree fra capitali Ue diventerebbero obsolete.

Una vera rivoluzione per i viaggi, oggi messi in seria difficoltà dalla pandemia e dalle conseguenze economiche che ne stanno derivando.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook