L’aeroporto di Venezia sulla strada delle zero emissioni: nuovo sistema per l’efficientamento energetico

27/11/2020
14:01
 

Proseguono le attività di miglioramento dell’aeroporto di Venezia, che compie un nuovo passo per raggiungere le zero emissioni di CO2 entro il 2050 secondo l’impegno firmato lo scorso anno al 29^ Congresso annuale degli aeroporti europei.

Pubblicità

Al Marco Polo è stato affidato da Enea il ruolo di unico scalo italiano opinion leader per l’efficientamento energetico.  

In quest’ottica lo scalo ha adottato il progetto innovativo Sybil HVAC (Heating Ventilation Air Conditioning), che ha permesso di ridurre di circa il 30% i consumi di energia delle macchine impiegate per il condizionamento dell’aria e di mantenere contemporaneamente inalterati i già elevati standard di comfort dei passeggeri.

“In Save siamo alla continua ricerca di efficienza e miglioramento di gestione dei nostri impianti, impegnati nella mission di assicurare il massimo comfort ai passeggeri nel totale rispetto dell’ambiente – spiega Corrado Fischer, direttore operativo del Gruppo -. Sybil di Alperia ha tradotto questo nostro credo in realtà, fornendoci un sistema che modula l’effettiva richiesta energetica ed i relativi consumi in funzione del carico reale antropico degli ambienti. Una soluzione smart che intendiamo estendere a tutti gli scali del Gruppo”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook