Ritardi aerei:
la Ue obbliga
al risarcimento

23/05/2012
11:56
Leggi anche: trasporto aereo, Ue

Indennizzo obbligatorio ai passeggeri per i ritardi superiori alle 3 ore.

Pubblicità

È quanto impone la Corte di Giustizia europea alle compagnie aeree, facendo seguito a un ricorso dopo la sentenza di novembre 2009 che sanciva il diritto al risarcimento per i passeggeri in caso di voli in ritardo o cancellati.

"Un ritardo di oltre tre ore dovrebbe essere trattato come se fosse annullato", ha spiegato Yves Bot, avvocato generale della Corte di giustizia europea, aggiungendo che le compagnie aeree non sono, tuttavia, tenute a pagare un risarcimento se la cancellazione o il ritardo "sono dovuti a circostanze straordinarie".

Per ottenere il risarcimento sarà, inoltre, semplificata la procedura da presentare da parte dei passeggeri. "Si lavora per offrire un livello elevato di protezione a chi utilizza gli aerei – ha ribadito Bot - in situazioni di disagio come l'imbarco negato, la cancellazione o ritardo del volo".

Leggi anche: trasporto aereo, Ue

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook