Stretta sui contanti grande imputata in adv

15/10/2012
09:41

Parlando di rapporti tra Monti e agenzie di viaggi, in primo piano non poteva non esserci lo Spesometro.

Pubblicità

Solo l’8 per cento, infatti, afferma che la stretta sui contanti non ha inciso sulle vendite; il 42,2 per cento sostiene che la diaspora di clientela è stata limitata, mentre il 49,8 per cento dice di aver lasciato sul campo una fetta consistente di prenotazioni.

Tuttavia, in più di un commento gli agenti si sono schierati a favore della lotta all’evasione fiscale: la critica, spesso, si è soffermata più sulle modalità che non sul principio.

Pur non chiamato in causa direttamente da nessuna domanda, sul banco degli imputati è salito anche l’attuale titolare del dicastero del Turismo Piero Gnudi. E i giudizi, anche questa volta, non sono stati particolarmente clementi. La richiesta che è comparsa più spesso nelle risposte libere è quella di interventi più decisi a favore del comparto.

Ora, però, l’urgenza è un altra. C’è il 2013 da affrontare e, almeno secondo gli adv, non sarà una passeggiata.

Sul giornale TTG numero 74, in distriuzione e online, il servizio completo del sondaggio con i risultati e le tabelle.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook