TTGITALIA SEZIONI

Formule di soggiorno alternative, lo studio di Futura Vacanze

21/05/2020
11:13
Prime richieste di informazioni concentrate per la seconda metà di luglio e agosto
 

Calabria, Puglia e Campania: sono queste le regioni sulle quali si concentra l’attenzione di Futura Vacanze per cercare di salvare parte della stagione estiva, mentre per Sicilia e Sardegna la speranza è che il nodo di ingressi e trasporti possa sbloccarsi a breve. Il direttore vendite, Belinda Coccia, si appella al “forte desiderio di evasione” che sta maturando nella clientela italiana provata dai mesi di blocco e spera che le prime richieste di informazioni ricevute, concentrate soprattutto per la seconda metà di luglio e agosto, possano trasformarsi in prenotazioni. “Stiamo valutando come e quando riaprire, anche se si tratta di un discorso che varia da struttura a struttura, in base agli spazi a disposizione e alla location. Il riempimento massimo che abbiamo previsto sarà comunque intorno al 60 per cento e le misure adottate consentiranno il necessario distanziamento”. A cominciare dalla ristorazione, con tavoli riservati e buffet sostituiti o integrati da servizio al tavolo. Da rivedere anche la classica animazione, che privilegerà sport individuali e attività differenti, mentre le procedure di sanificazione sono già state riviste e messe in atto.  Tuttavia, la data di apertura dei Club non è ancora certa, in quanto anche in casa Futura si attendono “le linee guida che il governo dovrebbe fornirci. Occorre far chiarezza sui protocolli da adottare”. Intanto, come avviene per molti altri t.o., anche Futura sta studiando nuove formule, ad esempio il prolungamento dell’apertura delle strutture in autunno e la possibilità di prenotare anche un periodo diverso dalla classica settimana standard. Fra i progetti in fase di realizzazione, la trasformazione di una parte delle unità abitative da club a residence. “Abbiamo cominciato con il Torre Rinalda in Puglia (nella foto) e l’Itaca Nausicaa in Calabria”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook