Travel Appeal, l'enogastronomia e l'importanza delle opinioni online

25/06/2019
15:10
 

Il turismo enogastronomico al microscopio. Travel Appeal ha presentato il report 'L'enogastronomia in Italia' in anteprima al Food&Wine Festival di Grinzane Cavour, tracciato un panorama del settore.

Pubblicità

La società di Mirko Lalli ha preso in esame dati e recensioni relativi a tre comparti distinti: ricettività, ristorazione, offerta di esperienze e attività. Per la ristorazione, la parte del leone sul web la fanno le opinioni lasciate su Google, TripAdvisor e The Fork.

La qualità del cibo si conferma l'elemento che incide di più nelle recensioni degli utenti. Umbria, Toscana e Trentino Alto Adige sono le tre regioni in cui i ristoranti registrano il più alto apprezzamento su questo aspetto. Parlando di sentiment relativo a hotellerie e b&b il 20% delle recensioni cita il cibo servito con la colazione come un elemento fondamentale (se abbondante, nel 91% dei casi genera recensioni positive). Giudicate negativamente sono le strutture con menu fisso e mancanza di alternative ai prodotti con glutine.

Le esperienze online
Un altro elemento preso in considerazione è la vendita di attività ed esperienze online. Travel Appeal ha preso in esame l'offerta di Roma, Firenze e Milano.

"Il 14% degli annunci di attività ed esperienze distribuite sulle principali Ota dedicate riguardano l'enogastronomia. Le recensioni di queste attività a tema sono in crescita, nel 2018, del 212%. Le cooking class sono le più amate in assoluto dai turisti, quasi completamente stranieri, con il 95,6% di sentiment positivo, in crescita di quasi 6 punti, oltre che le più recensite" si legge nel report.

L'offerta, però, risulta ancora bassa: solo il 2% degli annunci di attività ed esperienze online appartiene a questa categoria. A seguire, tra le attività più recensite, si posizionano quelle di food tasting. In generale, osserva Travel Appeal, Firenze e Roma sono più caratterizzate da attività ed esperienze di stampo enogastronomico rispetto a Milano.

Martina Tartaglino


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook