Lazio, il compleanno del magnate russo blinda la costa

12/08/2019
13:46
 

Una festa per 20 ospiti soltanto che comprende l’affitto di un castello e di un hotel 5 stelle, la chiusura della navigazione su un un tratto di costa, l’ormeggio di una nave con piattaforma per l’atterraggio degli elicotteri e Enrique Iglesias a cantare per la serata. Per un cifra che solo di affitto della location supera il milione e 300mila euro mentre 350mila euro sono stati spesi per i soli fuochi d’artificio.

Pubblicità

Teatro di questa festicciola, il Castello Odescalchi e l’Hotel Posta Vecchia di Ladispoli, che ieri sono stati blindati per ospitare il compleanno del magnate russo Leonid Mikhelson, amministratore delegato, presidente e principale azionista della società del gas Novatek. Secondo Forbes la sua fortuna si aggira intorno ai 23,6 miliardi di dollari.

Tutta le festa è stata blindata: gli ospiti sono arrivati in elicottero sulla nave Sputnik ormeggiata al largo e trasferiti nell’hotel su lance, la navigazione è stata interdetta sul tratto di costa davanti all’hotel per tutta la giornata di ieri, i camerieri che hanno servito la cena hanno dovuto passare controlli di sicurezza strettissimi e consegnare all'ingresso i cellulari, così come tutti gli inservienti dell'albergo.

Il castello Odescalchi non è nuovo a questo tipo di ospiti: qualche settimana fa il miliardario russo Andrey Melnichenko aveva fatto sosta con il suo yacht A davanti all'hotel e a giugno anche un miliardario neozelandese, Graeme Richard Hart, aveva fatto sosta al Posta Vecchia.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook