Italiani e turismo
organizzato,
ritorno di fiamma

14/12/2018
08:01
 

Ritorno di fiamma tra i viaggiatori italiani e il turismo organizzato. Secondo quanto emerge dall’Osservatorio Astoi Confindustria Viaggi l’onda lunga della domanda del consumatore verso i viaggi continuerà anche nella prima parte del 2019, premiando in modo particolare gli attori dei viaggi organizzati.

Pubblicità

Gli associati Astoi registrano infatti per il primo trimestre un incremento delle prenotazioni del 18,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. Le proiezioni si rivelano, perciò, incoraggianti e sembra continuare l’andamento registrato per la stagione invernale, che vede un aumento a doppia cifra delle prenotazioni. Particolarmente gettonati vacanze sulla neve, villaggi all inclusive, resort over 18, tour culturali e crociere.

Cambiano le abitudini
Il dato del primo trimestre mostra anche come continuino a evolversi le abitudini di consumo. “Gli italiani hanno le idee sempre più chiare rispetto ai propri desiderata – spiega il presidente Astoi, Nardo Filippetti -: programmano le vacanze con anticipo sempre maggiore, per assiscurarsi esattamente quello che vogliono e al costo che vogliono”. Anche se, rivela l’indagine, la vacanza non è più solo una questione di costi. Chi sceglie il viaggio tematico è disposto ad ampliare il budget a disposizione, così come chi vuole volare in business e soggiornare in hotel luxury.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook