Musement in agenzia:
“Con Tui
più occasioni”

di Oriana Davini
20/09/2018
08:35
Leggi anche: tui, Musement

Non cambia nulla a livello operativo ma aumenta il prodotto e quindi la possibilità di fare nuove proposte ai clienti: l'acquisizione di Musement da parte di Tui porterà una serie di vantaggi anche alle adv italiane.

Pubblicità

Parola di Alessandro Petazzi (nella foto), ceo e fondatore della ex startup ormai entrata nel novero dei big player nel segmento experience. Oltre a un maggior potere contrattuale con le grandi aziende, che presumibilmente aumenterà il prodotto Musement, da subito ci saranno nuove proposte in destinazioni dove al momento la società era poco presente.

Spazio al balneare
"Nella nostra piattaforma ad oggi ci sono 40mila prodotti tra escursioni, attività in loco e biglietti, la maggior parte focalizzate tendenzialmente nelle grandi città. Tui invece è più attrezzato sulle destinazioni balneari, dove può contare su 15mila escursioni".

I conti sono presto fatti: entro le prossime settimane, quando tutto sarà operativo anche dal punto di vista tecnico, Musement metterà a disposizione del trade il prodotto sun&beach di Tui, vendibile ai clienti "senza che debbano acquistare anche un viaggio con Tui".

Il nuovo corso
L'annuncio dell'acquisizione di Musement da parte di Tui Group, colosso tedesco dei viaggi organizzati, ha suscitato molto scalpore. Si tratta infatti della più importante exit nel settore tech travel italiano dell'ultimo decennio, avvenuta all'interno di un comparto – quello delle esperienze – che a livello globale vale 150 miliardi di euro, con un tasso di crescita del 7 per cento.

Certo l'azienda fondata da Alessandro Petazzi, Claudio Bellinzona, Paolo Giulini e Fabio Zecchini aveva già dato prova di non essere più una startup: 130 dipendenti, diversi uffici sparsi nel mondo e la certificazione Great Place To Work a sigillare la trasformazione da crisalide in farfalla.

Tutto questo prima che Tui facesse il suo ingresso in campo: ora cambia tutto.

Leggi anche: tui, Musement

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook