e-fattura in agenzia, Luca Caraffini, Geo: “Non sarà peggio del Gdpr”

di Francesco Zucco
23/10/2018
14:52
 

Nel marasma del 2018, non sarà la fattura elettronica a rovinare il sonno alle agenzie di viaggi. È questo, in sintesi, il pensiero di Luca Caraffini, ceo di Geo Travel Network. “Ci saranno delle complessità in più, certo - prosegue -. Ma si tratterà più che altro di farci l’abitudine”.

Pubblicità

Ovviamente, come tutti i cambiamenti “rappresenta un problema da affrontare. Ma dopo tutto quello che è accaduto quest’anno, possiamo dire che non sarà sicuramente più complesso della nuova normativa sulla privacy o le regole sull’utilizzo delle carte di credito”.

Il grande slalom del 2018
L’anno che si avvia alla conclusione, infatti, è stato costellato di nuove regole e norme per le agenzie di viaggi: dal Gdpr fino alla direttiva pacchetti, passando dal più recente caso delle assicurazioni. Quasi uno slalom tra continue scadenze che hanno costretto i dettaglianti a cambiare rotta più volte nel corso degli ultimi mesi.

L’ultimo passaggio sarà proprio la fattura elettronica, che debutterà ufficialmente il primo gennaio prossimo, probabilmente con un esordio ‘light’ e sei mesi di rodaggio prima di diventare pienamente operativa.

Nel frattempo, il network si sta attrezzando per l’imminente ennesima scadenza: “Stiamo contattando aziende e fornitori - spiega Caraffini - per capire quali sono le convenzioni disponibili sul mercato”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook