Alpitour tira il gruppo
I t.o. investono a Cuba

di Silvia De Bernardin
27/01/2015
11:14
Leggi anche: Cuba

Alpitour, I Grandi Viaggi, Veratour: i big player puntano il faro su Cuba e sono pronti a investire nell'apertura di nuovi villaggi.

Pubblicità

Non si è fatta attendere la risposta italiana all'apertura americana all'Isla Grande e, all'indomani del disgelo tra Stati Uniti e l'isola dei Castro, il tour operating di casa nostra spinge l'acceleratore su Cuba, guardando all'isola con rinnovato interesse.

I segnali di apertura erano già evidenti lo scorso anno, con gli italiani capofila della ripresa dei flussi europei nel Paese caraibico. Ora, però, l'interesse si concretizza in investimenti mirati, come spiega nell'intervista esclusiva a TTG Italia il ministro del Turismo cubano, Manuel Marrero Cruz.

Il titolare del dicastero, in questi giorni in Italia per incontrare i rappresentanti dei principali t.o., traccia un quadro delle operazioni in corso: "Nel corso del 2015 - annuncia - è prevista l'apertura di un villaggio a Santa Lucia con Alpitour e di una struttura a Varadero con Veratour, mentre I Grandi Viaggi, che ancora non opera sull'isola, farà il suo debutto con un villaggio a Cayo Largo".

Il ministro sottolinea poi che sempre Alpitour, alla fine dell'anno, inizierà a operare anche all'Hotel Victoria, a L'Avana, un albergo simbolo della città. "Con altri t.o. - aggiunge - si è parlato dell'apertura di villaggi anche ad Holguìn".

Al momento, sono sette i club italiani operativi a Cuba, tre dei quali inaugurati nel solo 2014. "Stiamo sviluppando una politica di accordi con i t.o. per aprire nuovi villaggi italiani a Cuba - spiega il ministro -. È una modalità molto interessante - sottolinea - perché sono villaggi che operano solo con italiani: un mercato molto fidelizzato e che registra un alto livello di soddisfazione".

Leggi anche: Cuba

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook