Costa Crociere, Schiavon: "Stiamo valutando come procedere in febbraio"

19/01/2021
09:45
Leggi anche: Costa Crociere

L’ultimo Dpcm approvato dal premier Giuseppe Conte prevede un’apertura alle crociere, anche se con vincoli molto rigidi, considerata la situazione di alto rischio ancora presente sul territorio italiano e non solo.

Pubblicità

“I servizi di crociera  - si legge nel testo - possono essere fruiti da coloro che non siano sottoposti ovvero obbligati al rispetto di misure di sorveglianza sanitaria e/o isolamento fiduciario e che non abbiano soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all’imbarco in Stati o territorio di cui agli elenchi D ed E dell’allegato 20”.

Naturale quindi l’atteggiamento di prudenza manifestato dai principali player del mercato, che proprio in questi giorni stanno valutando come procedere.

“Al momento le nostre crociere sono sospese fino al 31 gennaio - commenta Carlo Schiavon, country manager Italia Costa Crociere -. Sulla base del nuovo decreto entrato in vigore il 16 gennaio, stiamo valutando a quali condizioni saremo in grado di operare il nostro programma previsto per febbraio e, come sempre, provvederemo tempestivamente a informare le agenzie nostre partner e gli ospiti,  qualora subentrassero dei cambiamenti”.

Leggi anche: Costa Crociere

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook