Lo scatto di Best Tours

di Lino vuotto
11/03/2010
11:00

"La nostra credibilità è stata messa in dubbio e non possiamo permetterlo. Vendiamo e continueremo a vendere pacchetti turistici". Mario Vercesi, presidente di Best Tours, gioca tutte le sue carte per mantenere a galla l'azienda. Il legame societario con il Gruppo Ventaglio sta giocando brutti scherzi ad un tour operator "che mantiene piena operatività e vanta una situazione patrimoniale sana. Purtroppo una parte del mercato, qualche network compreso, non ci supporta nelle vendite e non accetto che venga messa in dubbio la nostra credibilità. Tengo a dire che abbiamo rinnovato i contratti anche con i fornitori storici e questo mi pare un segnale indiscutibile". Per sgombrare il campo dai soliti rumori di fondo Vercesi riunisce a Milano in un albergo del centro una ventina di protagonisti della distribuzione. Tra questi si nasconde di sicuro qualcuno che, bruciato dall'esperienza Ventaglio, ha sospeso le vendite del marchio Best Tours. Comunque sia nel faccia a faccia t.o.-distribuzione nessuno lo dice apertamente e Vercesi incassa solidarietà. Salvo qualche invito a prendere le distanze in maniera netta dalla famiglia Colombo, che per la cronaca dispone ancora dell'85% delle azioni Best Tours spa. Intanto prosegue l'iter per la vendita dell'azienda, che nella migliore delle ipotesi potrebbe concludersi nei giro di due mesi. Sul nome dei pretendenti si mantiene lo stretto riserbo, ma è noto a tutti che il brand Best Tours fa gola a molti operatori.

Pubblicità

SU TTG ITALIA NUMERO 23 DEL 22 MARZO IL SERVIZIO COMPLETO DELL'INCONTRO TRA MARIO VERCESI E LE AGENZIE DI VIAGGI


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook