Geo Travel Network: "Così presidiamo il mercato"

di Claudiana Di Cesare
29/11/2016
15:18
 

"Chiuderanno 2mila agenzie, ma il nostro network continuerà a crescere". La predizione è di Luca Caraffini, a.d. di Geo Travel Network, che apre la convention di Pescara, davanti a una platea di oltre 400 agenti, con piglio motivante e vagamente profetico. "Quattro anni fa - ricorda - dicevamo che, da 12mila agenzie in Italia saremmo passati a 8mila e avevamo ragione. Nei prossimi due anni, arriveremo a 6.500, ma noi continueremo a mantenere il nostro presidio".

Pubblicità

I numeri del network
Sono i numeri a confermare il buon lavoro svolto in questi anni. "Mentre le altre adv perdono il 10 per cento - precisa Caraffini -, Geo chiude il 2016 con il +4 per cento di fatturato, nonostante la difficoltà di ottenere spazi su Grecia e Spagna, e la sofferenza dei prodotti charter sul mondo arabo".

Ancora più motivanti i primi dati sulle prenotazioni del 2017, definite da Caraffini "eclatanti, con una forte tendenza alla conferma", tanto da azzardare, per il prossimo anno, la previsione del +15 per cento di crescita per le 1.545 agenzie affiliate.

Gli azionisti
I risultati raggiunti dalle adv affiliate e la forte capacità di mediazione del network, rendono sempre più solido il rapporto con azionisti e partner.

"Cinque anni fa abbiamo iniziato un percorso con Alpitour e Costa - spiega l'a.d. -, che ci ha permesso, da una parte, di approfittare delle opportunità offerte, dall'altra, di portare enormi fatturati verso i nostri azionisti, per cui rappresentiamo il primo network in termini di performance".

Gli incentivi
Opportunità, redditività ed esclusività sono i driver di sviluppo su cui si articola la politica commerciale di Geo per il 2017. "Lavoriamo per creare nuove opportunità - racconta il direttore commerciale Dante Colitta -, che presentino un importante differenziale rispetto alle altre offerte sul mercato e che mirino a produrre un reddito sempre maggiore".

Il fiore all'occhiello della strategia commerciale è il contest Win4all, che, nella sua prima edizione, ha visto partecipare 688 agenzie per oltre 300mila euro di premi da distribuire. "Il differenziale di vendite delle agenzie partecipanti è stato del 25 per cento - spiega Colitta - e la nuova edizione per il 2017 prevede over anche più premianti".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook