Costa contro Bluvacanze
Patanè: “Serve rispetto”

15/12/2017
10:05

La chiusura dei codici alle agenzie Bluvacanze da parte di Costa Crociere non aiuta il settore. È questa, in sintesi, la posizione di Luca Patanè (nella foto), presidente di Fto, sulla decisione ufficializzata ieri da parte del Gruppo crocieristico verso il network di agenzie. “Penso che oggi non sia il momento di far allontanare i clienti dai punti vendita, ma di attirarli – dichiara Patanè in una nota diffusa dalla Federazione - e ritengo che misure restrittive di questo tipo non aiutino l’evolversi del settore”.

Pubblicità

Prende una posizione chiara il presidente Fto, riunitasi ieri in assemblea nazionale. È stata questa la circostanza in cui Bluvacanze ha informato gli associati di aver ricevuto “comunicazione formale ed unilaterale di chiusura dei codici di prenotazione di Costa Crociere”.

Le ragioni di Bluvacanze
Bluvacanze, si legge nella nota, ha assicurato di non avere a proprio carico alcuna “pendenza commerciale o economica in corso, quindi la posizione di Costa Crociere relativa alla eliminazione di una parte di distribuzione al dettaglio risulta incomprensibile”.

Secondo la Federazione, quella di Costa viene definita “una posizione di chiusura al mercato preoccupante”.

Apertura al confronto
Ecco perché la Federazione lancia la proposta di aprire un tavolo di discussione sull’argomento, che coinvolga anche le altre associazioni. Un confronto volto ad evitare che “tale azione unilaterale possa replicarsi con altri attori protagonisti della distribuzione con un’ulteriore limitazione al consumatore di libertà d’acquisto”.

Competizione e rispetto
“Tutti abbiamo bisogno di tutti, nessuno escluso” aggiunge Patanè, che sottolinea come il servizio fornito al cliente debba essere la vera legge di mercato: “È vero che vogliamo competere l’uno verso l’altro nel mercato, ma lo dobbiamo fare per il bene del cliente, per dargli sempre una miglior qualità di prodotto e di servizio”.

L’appello del presidente punta dunque al rispetto reciproco: “Dobbiamo farlo a testa alta, imparando che il rispetto reciproco dà lustro a tutti”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook