Arriva il Redditometro
Scattano le polemiche

05/06/2013
14:48
Il Fisco: "Il redditometro non è retroattivo" ; Stop ai pignoramenti per i debiti fiscali; Imu, rata di giugno cancellata ma non per tutti; È boom mobile economy, +20 per cento di fatturato in un anno; Turchia: non si fermano le proteste di piazza; I big spender cinesi scelgono la Francia; I treni di Putin. Queste le prime notizie di oggi sui quotidiani online.

I primi quindici giorni di giugno segnano, per gli italiani, un appuntamento immancabile con il Fisco. Per questo le prime pagine dei principali quotidiani online sono ampiamente dedicate alle questioni legate alle tasse. Protagonista della settimana, il redditometro: sono iniziate, infatti, le prime verifiche e già scattano le polemiche. L'Agenzia delle Entrate ha, per ora, allontanato l'ipotesi che lo strumento sia retroattivo fino al 2009. In compenso, non tutti gli italiani saranno esonerati dal pagamento della rata Imu di giugno, mentre è allo studio al Ministero dell'Economia un nuovo sistema per il recupero crediti che sia più morbido sui pignoramenti.

Pubblicità

Il Fisco: "Il redditometro non è retroattivo"
Il redditometro non è retroattivo. Lo dice l'Agenzia delle entrate per stoppare sul nascere le polemiche che vedevano equiparare lo strumento agli studi di settore. Lo spiega Il Sole 24 Ore. Nella settimana in cui scattano i primi controlli, si accendono dubbi e ipotesi sullo strumento creato dall'Agenzia delle Entrate. In dubbio erano gli accertamenti fino al 2009.

Stop ai pignoramenti per i debiti fiscali
È con le nuove politiche fiscali che apre la prima pagina online del corriere.it. Secondo le prime verifiche sulle regole di riscossione dei debiti al Ministero dell'Economia, l' obiettivo è porre un limite all'esproprio e al pignoramento che scatta sui beni funzionali all'attività in caso di debiti con l'Agenzia delle Entrate.

Imu, rata di giugno cancellata ma non per tutti
La repubblica.it propone un vademecum per districarsi attraverso la rata di giugno dell'Imu. Il Governo Letta, infatti, ha congelato il pagamento dell'imposta sulla prima casa, ma non per tutte le categorie. L'Imu verrà comunque pagata su 28 milioni di immobili entro il 16 giugno.

È boom mobile economy, +20 per cento di fatturato in un anno
Cresce in maniera esponenziale il mercato del mobile. Complessivamente App e contenuti digitali distribuiti via rete e telefono cellulare vale 623 milioni di euro, con un crescita del 20 per cento nel 2012 rispetto all'anno precedente. Il Sole 24 Ore riporta i risultati della Ricerca 20313 dell'Osservatorio mobile internet, content & App.

Turchia: non si fermano le proteste di piazza
Continuano le proteste di piazza in Turchia. Per il quinto giorno consecutivo, si legge su repubblica.it, il Paese è in stato di agitazione mentre gli scontri fra polizia e manifestanti rimbalzano sui mass media. Il Governo, per bocca del vicepremier Arinc, si è scusato per la repressione delle manifestazioni, ma la protesta di piazza contro Erdogan, accusato di voler islamizzare il Paese, continua.

I big spender cinesi scelgono la Francia
È l'Europa, in modo particolare la Francia, il sogno dei turisti cinesi. La Stampa riporta i dati dell'indagine Hurun report sui viaggiatori di lusso cinesi: attratti da shopping, gastronomia e cultura, guardano con forte interesse al Vecchio Continente. Nella graduatoria delle mete preferite, al primo posto la Francia, mentre l'Italia guadagna la sesta posizione.

I treni di Putin
Con un mega ordine da 120 miliardi di euro la Russia si lancia nella sfida dell'Alta Velocità ferroviaria. Secondo Il Sole 24 Ore Vladimir Yakunin, l' amministratore delegato delle Ferrovie russe (Rzd), ha annunciato un piano di investimenti colossale per attrezzare il Paese in termini di infrastrutture in vista dei Mondiali di calcio del 2018. Al piano di rilancio del sistema ferroviario russo partecipa anche l'Italia con Grandi Stazioni, società del Gruppo Ferrovie dello Stato.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook