Inizia l'era degli hotel in co-branding: così Radisson guarda ai turisti cinesi

09/07/2019
15:16
Leggi anche: radisson

Conquistare i turisti cinesi: Radisson Hotel Group punta a diventare il riferimento per la clientela del Dragone aprendo una serie di hotel in co-branding con Jin Jiang International, holding cinese alla quale dall'anno scorso appartiene.

Pubblicità

La prima struttura a diventare un hotel in co-branding è il Radisson Blu di Francoforte, non a caso la prima destinazione in Germania scelta dai turisti cinesi anche grazie all'alto numero di voli diretti in arrivo e in partenza dall'aeroporto tedesco. Ma l'obiettivo è di espandere il modello anche in altri Paesi.

"Gli hotel in co-brand hanno un futuro brillante e la potenzialità di estendersi a più di 30 proprietà nei paesi dell'Emea, includendo cinque hotel Radisson Collection in destinazioni strategiche per i viaggiatori cinesi", spiega Federico J. González Tejera, presidente e ceo di Radisson Hospitality e chairman del Global Steering Committee per Radisson Hotel Group.

Secondo Chen Liming, vice chairman del board di Jin Jiang International, "il mercato cinese è il più importante al mondo, con un grande potenziale in termini di opportunità. Gli hotel in co-brand sono stati pensati non solo per migliorare la visibilità del nostro brand e quello di Radisson nell'area Emea e Cina, ma anche per promuovere gli scambi interpersonali tra Cina e resto del mondo".

Leggi anche: radisson

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook