Barr, TLBHotels: “Così aiutiamo le strutture luxury a catturare turisti”

di Stefania Galvan
29/01/2021
14:21
 

L’idea è semplice: aiutare i piccoli alberghi indipendenti a catturare nuovi bacini d’utenza internazionali grazie a campagne strategiche sui social media, mirate a singoli mercati per aumentare il tasso di conversione in booking sui siti dei partner affiliati. Nasce con questo intento True Luxury Boutique Hotels, la società di marketing alberghiero fondata nel 2017 a New York da Brian McCabe e sua moglie Laura, ai quali oggi si affianca Daniel N. Barr (nella foto) per lo sviluppo in Italia.

Pubblicità

Dedicato agli hotel indipendenti
“Il progetto di TLBHotels nella Penisola - spiega Barr - è rivolto unicamente a hotel italiani non appartenenti a gruppi alberghieri e con meno di 100 camere, qualsiasi sia la location. Abbiamo affiliati nelle principali città d’arte, ma non solo: siamo aperti anche a strutture al mare o in montagna”.

I 100 giorni di 'We Love Italy'
Per venire incontro alle esigenze di un comparto così duramente colpito dalla pandemia, TLBHotels mette a disposizione degli alberghi ‘We Love Italy’, un pacchetto personalizzato gratuito per i primi 100 giorni e prolungabile o meno a scelta del cliente: “Se deciderà di prolungare il nostro rapporto – spiega Barr – gli proporremo un contratto di consulenza annuale con una fee mensile non particolarmente onerosa”.

Rapporto diretto con le strutture
Insieme alle singole strutture TLBHotels studia le attività di marketing online più opportune: “Li aiutiamo a pianificare le mosse sui social, riprogettiamo i loro siti web e li supportiamo nella promozione sulle loro piattaforme di iniziative, esperienze, plus per i loro ospiti, seguendoli per tutta la campagna social”.

L’obiettivo, soprattutto in un periodo come questo, è far ritrovare ai mercati consolidati la fiducia nell’ospitalità italiana e catturare, nel contempo, nuovi bacini d’utenza. Ed è proprio questo il terreno d’azione migliore per una figura cosmopolita, poliedrica e dalla lunga esperienza nel settore dell’hôtellerie come Barr, che ha ricoperto numerosi ruoli di direzione vendite in aziende in Italia e negli Usa, tra cui l’Omni Berkshire Place di New York, la Ciga e l’Hotel Eden di Roma. “Ora – spiega – ci stiamo concentrando sulle proposte per San Valentino e prepariamo il terreno alla ripartenza del bacino nordamericano, particolarmente affezionato ai boutique hotel italiani, nell’attesa che tornino i voli”.

Un’attesa che, secondo Barr, potrebbe finire già ad aprile: “Siamo fiduciosi nella ripartenza primaverile - conclude -: il brand Italia è e resta forte e le strutture più piccole possono giocare un ruolo fondamentale nella riscossa dell’hospitality italiana di qualità”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook