Bocca, Federalberghi: "Alzare la soglia per il pagamento in contanti"

01/07/2013
09:22

Estendere il limite di pagamento in contanti per sostenere il settore.

Pubblicità

È la richiesta di Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, a seguito di un’indagine del Centro Studi sulle modalità utilizzate dalla clientela nazionale e straniera per pagare i servizi turistico-alberghieri.

Secondo la ricerca, risulta che il 22,19 per cento preferisce pagare in contanti, a fronte di un limite di 999 euro per transazione per i cittadini residenti e Ue e di 15mila per gli extracomunitari.

"Questo risultato conferma come le abitudini non si cambino con delle leggi che a volte appaiono in contrasto con il buon senso", aggiunge Bocca.

I risultati del sondaggio mostrano inoltre che la carta di credito risulta, con il 42,56 per cento, il mezzo di pagamento maggiormente utilizzato dai clienti delle strutture ricettive, seguito dai contanti, dal Bancomat, dal bonifico bancario, dall’assegno.

"La richiesta degli albergatori italiani - conclude Bocca - è che i turisti provenienti da altri Paesi europei e gli stessi italiani possano beneficiare delle medesime facoltà di spesa in contanti previste per i cittadini extra-Ue e che si proceda a una riduzione delle commissioni che le carte di credito richiedono agli esercenti".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook