L’Ara Pacis com’era ai tempi di Augusto con la realtà aumentata

12/10/2016
19:45
Leggi anche: roma

L’Ara Pacis così come voluto dall’imperatore Augusto tra il 13 e il 9 a.C, inclusi i colori originali: partirà dal 14 ottobre il nuovo ciclo di visite guidate che, grazie alla realtà aumentata, permetterà ai visitatori di fare un viaggio multisensoriale nella Roma antica.

Pubblicità

Il Museo dell’Ara Pacis punta infatti sul 3D per mostrare com’era davvero l’Altare della Pace, uno dei principali monumenti dell’arte romana, voluto dall’imperatore Augusto per celebrare le sue vittorie nella guerra civile che insanguinò Roma dopo l’assassinio di Giulio Cesare.

Durante le visite, della durata di 45 minuti in cinque lingue a scelta tra italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco, i visori permetteranno a personaggi, gesti, animali e divinità di animarsi in 3D, riprendendo la colorazione originale andata perduta nel tempo: i visitatori potranno inoltre avere informazioni sulla storia dei bassorilievi, con tanto di suoni e voci restituire l’idea di una scena dell’epoca di Augusto.

Leggi anche: roma

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook