Affitti, guide turistiche e bagnini nel mirino della Guardia di Finanza

14/08/2019
13:29
 

Dagli affitti in nero ai bagnini senza passaporti. La Guardia di Finanza ha messo in atto una serie di controlli straordinari che hanno riguardato diversi settori, compreso quello turistico. Il piano è stato avviato lo scorso giugno e proseguirà fino al 15 settembre. Ma i primi risultati sono già arrivati.

Pubblicità

Tra i settori sotto la lente, quello degli affitti, come riporta ilsole24ore.com. A questo proposito, l’80% degli operatori turistici delle Cinque Terre controllati dalla Gdf ha dichiarato un numero di posti inferiore a quello effettivo. In totale, le indagini hanno tolto il velo su ricavi non dichiarati per oltre 1 milione di euro e Iva evasa per 140mila euro.

A Catania inoltre sono state individuate 11 strutture ricettive irregolari, di cui 5 completamente abusive. Sono scattate inoltre le denunce per l’omessa comunicazione alle autorità dei nominativi dei clienti.

Ma le ricerche hanno portato alla luce anche alcuni bagnini stranieri che operavano senza passaporto. E anche il fenomeno delle guide turistiche non autorizzate è stato al centro delle indagini: a Ischia ne sono state trovate 5.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook