Capitale italiana della cultura 2021: l'iter per la candidatura

10/01/2020
13:32
 

Hanno tempo fino al 2 marzo per presentare i propri dossier di candidatura. Sono le 44 città che si sono proposte per il titolo di ‘Capitale italiana della cultura 2021’, il riconoscimento annuale istituito dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, con la legge Art Bonus nel 2014, che consente alla città vincitrice di ricevere un milione di euro per la realizzazione del programma presentato.

Pubblicità

Sono 17 le regioni che hanno presentato le proprie candidate, si legge su Hotelmag, con la Puglia a quota sette: oltre a Bari, Barletta e Molfetta aspirano a ottenere il titolo anche San Severo, Taranto, Trani e l’Unione Comuni Grecia Salentina. Segue a ruota la Campania, con sei comuni: Capaccio Paestum, Castellammare di Stabia, Giffoni Valle Piana, Padula, Procida e Teggiano. La Sicilia, invece, ne ha candidati cinque: Catania, Modica, Palma di Montechiaro, Scicli e Trapani. Risalendo la Penisola troviamo l’Emilia Romagna, con le candidature di Ferrara, Unione dei Comuni della Bassa Reggiana e Unione dei Comuni della Romagna Forlivese. A pari merito, invece, Toscana e Veneto, entrambe con quattro città.

Al termine della scadenza del 2 marzo una giuria di sette esperti esaminerà tutti i dossier di candidatura, arrivando entro il 30 aprile ad averne selezionati al massimo dieci, da invitare in audizione. La città Capitale Italiana della Cultura 2021 verrà scelta esclusivamente sulla base di questi colloqui entro il 10 giugno, quando la giuria indicherà pubblicamente al Ministro per i beni e le attività culturali e per il Turismo la candidatura più idonea da formalizzare con delibera del Consiglio dei Ministri.

Proseguendo nello sguardo alle regioni, le Marche hanno candidato tre comuni: Ancona, Ascoli Piceno e Fano. Dal Lazio, invece, arrivano le proposte di Arpino e Cerveteri, mentre l’Abruzzo sceglie L’Aquila, la Basilicata Venosa e la Calabria Tropea. Tra le candidature anche Vigevano per la Lombardia e Verbania per il Piemonte oltre a Genova, Pordenone e Isernia.

Negli anni precedenti il titolo è stato assegnato alle città di Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena nel 2015; Mantova nel 2016; Pistoia nel 2017; Palermo nel 2018. Parma, invece, è la Capitale Italiana della Cultura per il 2020.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook