Cdp e Iccrea Banca
insieme per il turismo:
250 milioni di euro
per le pmi del settore

30/11/2020
11:29

Un nuovo accordo volto a facilitare l’accesso al credito delle imprese italiane che lavorano nel settore turistico. Cassa Depositi e Prestiti e Iccrea Banca scendono ancora in campo a sostegno dell’industria dei viaggi, sottoscrivendo un’ulteriore intesa, che consiste nella concessione di un finanziamento a lungo termine per 250 milioni di euro, che il Gruppo Iccrea impiegherà integralmente per concedere nuovi finanziamenti a Pmi e Mid-Cap operanti nel comparto.

Pubblicità

La provvista, spiega Cdp in un comunicato, potrà avere durata fino a 18 anni circa, comprensivi di un periodo di utilizzo fino a 42 mesi, così da supportare anche la realizzazione di progetti più complessi e strutturati. Inoltre, l’accordo prevede che almeno il 40% delle risorse sia indirizzato alle aziende del Mezzogiorno.

La strategia
L’operazione si inserisce nell’ambito delle iniziative previste dal Protocollo d’intesa sottoscritto fra Cdp e il Gruppo Iccrea lo scorso 22 luglio, con l’obiettivo di avviare una collaborazione volta a promuovere iniziative congiunte finalizzate a sostenere le imprese italiane.

“Dopo il lancio del Fondo Nazionale del Turismo, dedicato alla valorizzazione degli alberghi iconici su tutto il territorio nazionale, l’intesa sottoscritta con Iccrea Banca rafforza la strategia del Gruppo Cdp a sostegno del settore turistico, soprattutto nel Mezzogiorno – spiega Fabrizio Palermo, amministratore delegato di Cdp  -. Siamo certi che questo accordo consentirà di fare affluire importanti risorse a medio-lungo termine a uno dei settori chiave dell’economia italiana, particolarmente colpito dalla pandemia. L’accordo favorirà, in linea con la nostra mission, un processo virtuoso di crescita del settore e si aggiunge alle numerose iniziative messe in campo dal Gruppo Cdp per contribuire alla ripartenza del tessuto economico italiano”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook