Polemica su promozione e sprechi: la replica della Basilicata

21/08/2013
15:48

È battaglia sui numeri. Dopo il j'accuse del Corriere della Sera, che prendeva spunto dai dati Confartigianato sul confronto tra i soldi spesi dalle Regioni in promozione turistica e i risutlati sul fronte degli arrivi, il direttore generale dell'Apt Basilicata Gianpiero Perri ha preso carta e penna e ha risposto punto per punto alle cifre della ricerca.

Pubblicità

Come riportato dal sito di informazione locale ilquotidianodellabasilicata.com, Perri contesta le cifre esposte nell'articolo: secondo il d.g. la regione avrebbe speso in promozione, per ogni turista, "4,2 euro, rispetto ai 9,2 attribuiti alla Basilicata". Ma Perri aggiunge: "sempre che fosse vero il numero di presenze attribuitoci per l’anno 2011 che non si comprende perché sul grafico comunicato dal Corriere sarebbe pari a 1.914.100 e non 1.963.474 come documentato dai dati statistici ufficiali".

Per il direttore generale dell'Apt, inoltre, è naturale che le Regioni meno note spendano di più in marketing e promozione. Secondo Perri è sorprendente che ci si stupisca "del fatto che le regioni meno note o con meno flussi turistici spendano di più per la promozione rispetto a quelle già posizionate sul mercato. Ci sarebbe da stupirsi se accadesse il contrario".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook