"Distruggere per reinventarsi", il turismo accetta la sfida

16/04/2015
14:02
Leggi anche: Wttc

Reinvenzione e innovazione. Ruota intorno a queste due parole chiave il Wttc Global Summit, in corso in queste ore a Madrid.

Pubblicità

Un concetto espresso al meglio dal tema dell'evento: 'Disruption and Reinvention', in discussione da parte dei 50 leader mondiali dell'industria turistica presenti nella capitale spagnola.

"L'obiettivo fondamentale che il comparto deve porsi - ha esordito nell'intervento di apertura David Scowsill, presidente & ceo di Wttc - è quello di reinventare l'esperienza del cliente, perché al centro di quest'era di continue rotture con la tradizione ci sono proprio le tendenze e le aspettative mutevoli del viaggiatore".

È, quindi, il consumatore stesso che guida tutti questi cambiamenti, "ed è lui che passa rapidamente a nuovi marchi in grado, in quel momento, di soddisfare la sua richiesta".

Scowsill osserva come, nel corso del tempo, molti osservatori abbiano prematuramente annunciato la scomparsa di compagnie charter, tour operator e agenzie di viaggi, senza che questa si sia poi verificata.

"Tuttavia - aggiunge - la rapida crescita delle tecnologie digitali sta rapidamente cambiando le abitudini dei consumatori, e non solo tra i viaggiatori più giovani". Una sfida seria per l'industria turistica, "cui gli operatori devono rispondere reinventando continuamente il loro business".

All'incontro stanno partecipando 1.100 delegati, provenienti da tutto il mondo.

Leggi anche: Wttc

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook