Turismo a Malta, dall'Italia incrementi a doppia cifra

di Stefania Galvan
01/06/2012
16:01

"Stiamo raccogliendo i frutti del nostro lavoro di promozione verso il pubblico e di formazione verso il trade". Simon Kamsky, director marketing & promotions Southern Europe per Malta Tourism Authority (nella foto), commenta così il bilancio dell'inbound dall'Italia.

Pubblicità

Un bilancio estremamente positivo, dal momento che, nel solo mese di aprile, i nostri connazionali in visita all'arcipelago maltese sono stati 18mila, pari al 10,7 per cento in più rispetto allo stesso mese del 2011.

"Altro dato per noi decisamente interessante - aggiunge Kamsky - è la crescita del 18,8 per cento registrata nello stesso periodo nell'average spending dei turisti italiani, a testimonianza del fatto che Malta è una destinazione sempre più adatta a tutti i tipi di portafogli".

Il direttore è fiducioso che il trend positivo sia destinato a continuare: "Per maggio è atteso un ulteriore miglioramento sul 2011, e anche per il periodo estivo i dati sino ad ora in nostro possesso sono promettenti".

Notizie incoraggianti arrivano anche sul fronte della customer satisfaction, come dimostra una ricerca condotta dallo stesso ente del turismo, su circa 1.350 degli oltre 200mila italiani che hanno visitato Malta nel 2011. Ebbene, il 91 per cento di loro ha dichiarato che raccomanderebbe la destinazione a un amico o parente, mentre l'86 per cento ha intenzione di visitare nuovamente l'arcipelago.

"Tra le principali motivazioni che hanno portato a scegliere Malta come destinazione - spiega il direttore -, il 58 per cento segnala il fatto che l'arcipelago sia un luogo nuovo da scoprire con un clima invidiabile, dotato di un ricco patrimonio storico e culturale e di un buon rapporto qualità-prezzo".

I risultati ottenuti spronano l'ente a continuare sulla strada della formazione dedicata agli addetti al settore. Negli scorsi mesi Malta Tourism Authority si è mostrata attiva nei confronti del trade, partecipando a diversi workshop dedicati su tutto il territorio nazionale e prendendo parte ad alcune fiere, e sta attualmente organizzando la partecipazione ad altri eventi di settore. "La prima parte dell'anno - aggiunge Kamsky - è stata inoltre molto intensa in termini di visite in agenzie di viaggi di diverse città italiane, al fine di avere un confronto diretto con gli operatori ed ascoltare le loro problematiche".

Presto l'ente lancerà un nuovo modo di fare formazione online, grazie a un innovativo strumento che combinerà lo studio della destinazione con tutta una serie di strumenti di vendita: "Lo scopo - spiega il direttore - è di connettere il puro training alle problematiche commerciali, per rendere l'intero processo di vendita al cliente più semplice e immediato".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook