Ryanair e il ceo Papa

di Lino Vuotto
14/02/2013
14:20
Leggi anche: Ryanair, michael O'Leary, Papa

E alla fine non ha saputo resistere e si è autoproclamato Papa. Michael O'Leary conferma ancora una volta la sua capacità da stratega del marketing e non fa passare neanche 24 ore dalla notizia che ha sconvolto mezzo mondo, le dimissioni di Papa Ratzinger, per cavalcare l'onda a favore di Ryanair.

Pubblicità

Un travestimento rapido, una rotta da promuovere con tariffe mirabolanti, e il messaggio ad effetto: “Cambio lavoro e vado a Roma”. Non ci sono limiti per Michael O'Leary, anche perché rimane sempre dietro il bordo ultimo oltre il quale si entra nel campo del rischio. Lo ha fatto con Berlusconi, lo ha fatto con Sarkozy, lo ha fatto con il Principe Carlo. Qualche querela, nulla più. Comunque fa notizia. L'importante è cavalcare l'onda.

A questo punto non ci resta che attendere la prossima: probabilmente dopo le elezioni del nuovo Papa. C'è da scommettere.

Leggi anche: Ryanair, michael O'Leary, Papa

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook