Broggi, Cocktail t.o.: “Il futuro dei viaggi in Europa si giocherà nei prossimi giorni”

di Isabella Cattoni
03/06/2021
16:42
Leggi anche: Cocktail

Anche la macchina dei viaggi guidati in Europa sembra finalmente essersi rimessa in moto, seppur con maggiore lentezza rispetto ad altre forme di turismo.
“Proponendo un prodotto soprattutto concentrato sui mesi estivi il 2021 è purtroppo in parte compromesso – spiega Gabriella Broggi, product manager di Cocktail tour operator -. La situazione comunque è in via di miglioramento e da qualche settimana la richiesta di preventivi è più regolare, anche se le concretizzazioni si fanno ancora attendere”.

Pubblicità

Programmazione rinnovata
Certo, quella dei tour di gruppo, prodotto di punta di Cocktail “È sicuramente una delle tipologie di viaggio che sta soffrendo di più, ma confidiamo molto nel Green pass europeo e comunque non ci siamo mai fermati”.
Broggi conferma di aver continuato a rivedere la programmazione, “Ampliando la proposta di fly & drive e aprendo anche ai tour in treno. Stiamo registrando un lieve incremento nella richiesta di tour individuali, ma si tratta ancora di piccoli numeri. Già dalle prossime settimane sarà però più facile prevedere l’andamento del booking”.

Corsa al last minute
Gabriella Broggi non esclude che ci possa essere una corsa alle prenotazioni sotto data:  “Potrebbe verificarsi un’impennata del last minute: molti stanno aspettando di avere informazioni più chiare sugli spostamenti e qualcuno magari punta su tariffe più basse”.  
Quel che è certo è che la speranza che la mancata partenza del lungo raggio si tramutasse in un’occasione in più per i viaggi in Europa è andata disattesa: “Chi ci chiama aspetta a concretizzare la prenotazione in attesa di nuovi aggiornamenti. Le richieste maggiori si concentrano comunque su Scozia e Islanda, due destinazioni tradizionalmente riconosciute per la natura particolarmente suggestiva e gli ampi spazi dove praticare attività all’aperto: due tematiche alle quali il turista è in questo momento particolarmente sensibile. Ancora lente invece le richieste per la Spagna e per l’Inghilterra, destinazione che dopo una fase di ripresa sta scontando le difficoltà imposte dalla ‘variante indiana’ del Covid”.

Leggi anche: Cocktail

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook