Dipendenti Columbus: "Perplessi per la decisione del Tribunale" (2)

di Stefania Galvan
27/07/2010
12:01
Leggi anche: Ventaglio, fallimento, Columbus
Pubblicità

Esprimono perplessità i dipendenti Columbus in merito alla sentenza di fallimento del Ventaglio emessa dal Tribunale di Milano. "Come mai il tribunale di Milano ha deciso che il concordato non è ammissibile - si legge nella lettera aperta inviata in redazione -, mentre invece per il tribunale di Genova l'operazione era fattibile? Come mai due tribunali adottano decisioni diverse quando le regole sono comunque le stesse? Il tribunale di Milano ha deciso (per la prima volta in Italia) di non accettare un concordato per un'azienda quotata in Borsa, affondando di conseguenza il secondo gruppo in Italia del settore; ciò risulta davvero incomprensibile". Nel mirino dei dipendenti anche la tempistica della decisione, in coincidenza con l'avvio dell'alta stagione. "A chi darà vantaggio il fallimento del gruppo - si chiedono -? Non di certo alla proprietà, non di certo ai dipendenti che perderanno il loro posto di lavoro, non di certo ai creditori che rischiano di non ricavare nemmeno un euro, non di certo ai clienti Vacanze nel mondo che vedranno sfumare il loro investimento, non di certo ai clienti che avevano prenotato la loro vacanza e che non riusciranno a partire o dovranno modificare il loro viaggio".
"Speriamo che questo nostro appello serva - conclude la lettera -, oltre a far sentire la nostra voce, a ricordare alle istituzioni e al mondo imprenditoriale e finanziario che siamo un gruppo di professionisti in attesa di qualcuno disposto a investire su di noi e sulle nostre professionalità".

Leggi anche: Ventaglio, fallimento, Columbus

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook